Mostra contemporanea

Nathanaëlle Herbelin

Dal 12 Marzo al 30 Giugno 2024
Nathanaëlle Herbelin (1989)
Emmanuelle et Efi, 2024
© Courtesy de l'artiste et de la Galerie Jousse Entreprise/ Photo : Objets pointus/ © Adagp, Paris, 2024
Frequentando assiduamente le collezioni del museo d'Orsay fin dall'infanzia, l'artista franco-israeliana Nathanaëlle Herbelin è invitata a mettere in prospettiva i suoi dipinti e le sue fonti di ispirazione. Erede dei Nabis, l'artista fa tornare in auge i loro soggetti preferiti – la vita quotidiana, gli interni domestici e l'intimità – in composizioni che non sono meno decisamente contemporanee.

La sua presentazione al museo d'Orsay si inserisce direttamente in un asse del progetto culturale del museo consistente nell’estendere la "polifonia d'Orsay" a figure artistiche meno classiche, in questo caso presentando un artista emergente che ha già ricevuto un grande successo di critica. La sua traiettoria fulminea da quando si è laureata alle Belle Arti di Parigi meno di dieci anni fa è stata commentata più volte, e sarà anche l'occasione per mostrare l'attenzione del museo d'Orsay agli artisti che frequentano la scuola adiacente e a quelli tra gli artisti alumni che sono appassionati delle sue collezioni.

 

La mostra contemporanea della primavera del 2024 metterà in evidenza l’iscrizione sensibile dell'artista nella scia dei Nabis. Se il tocco sottile dell'artista, la sua tavolozza cromatica e i suoi motivi preferiti ci ricordano Pierre Bonnard, Édouard Vuillard o Félix Vallotton, altri dettagli figurativi ci riportano alla realtà più contemporanea: grazie alla presenza di peculiarità attuali (telefoni cellulari o cavi di alimentazione elettronici) in queste scene di genere tornate in auge, ma anche trasponendo le preoccupazioni del nostro tempo su queste composizioni. Così, l'intimità del corpo materno nel gabinetto presenta talvolta la modella mentre si depila, oppure il genere viene interrogato dalla trasposizione di un modello maschile nudo nella vasca da bagno, un altro dipinto presenta addirittura una scena intima incentrata sul piacere femminile, o la messa in scena delle cose familiari in una camera da letto è illuminata dalla luce blu notturna di un computer portatile posto sulle ginocchia di una figura allettata.

 

Questa attualizzazione dovrebbe indiscutibilmente poter entrare in risonanza con i dipinti di Pierre Bonnard, Édouard Vuillard e Félix Vallotton permanentemente appesi in queste gallerie, senza contrasto, né sentimento di pastiche, poiché l'universo di Nathanaëlle Herbelin rimane sensibile e singolare.

  1. Lunedì chiuso
  2. Martedì 9h30 - 18h00
  3. Mercoledì 9h30 - 18h00
  4. Giovedì 9h30 - 21h45
  5. Venerdì 9h30 - 18h00
  6. Sabato 9h30 - 18h00
  7. Domenica 9h30 - 18h00
Musée d'Orsay
Salle 69, niveau 2
Mappa e itinerario
Tarifs
Plein tarif horodaté
16 €
Tarif réduit horodaté
13 €
Enfant & Cie
13 €
Notturna
12 €
- 18 anni, - 26 anni residenti EEU
Free