Michel De Klerk
Sedia di sala da pranzo

Sedia di sala da pranzo
Michel De Klerk (1884-1923)
Sedia di sala da pranzo
1915 circa
Mogano dell'Honduras
Cm 109,5 x 49 x 54
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / René-Gabriel Ojéda


Sedia di sala da pranzo
Sedia di sala da pranzo
Sedia di sala da pranzo (dettaglio)

Chaise de salle à manger [Sedia di sala da pranzo]


Michel De Klerk, figura di spicco della Scuola di Amsterdam, cerca di tradurre in uno stile nazionale gli insegnamenti razionalisti e neo-gotici di Viollet-le-Duc. Nel 1913, De Klerk si lancia nel suo progetto più ambizioso: il gruppo di abitazioni Eigen Haard situato nella periferia di Amsterdam. Tale insieme abitativo si innalza sotto forma di immensi blocchi di mattoni i cui angoli sono accuratamente arrotondati e le cui facciate, ornate di griglie e di motivi astratti, hanno finestre e porte ogivali. Senza tema di smentita, una simile ricchezza di forme collega la Scuola di Amsterdam all'Art nouveau.

Il dinamismo inimitabile di Eigen Haard, che evoca sia le cattedrali e le fortezze medievali che le imbarcazioni nordiche, si ritrova nei mobili progettati da De Klerk. Nel 1915, il proprietario di un negozio olandese di mobili "in stile moderno" commissiona all'artista un insieme costituito da una sala da pranzo e un salone da cui proviene questo modello.
La sedia presenta affinità con i volumi colossali e le linee scultoree molto elaborate delle torri, balconi e comignoli di Eigen Haard. La forma deriva da un assemblaggio di elementi parabolici, trapezoidali e triangolari che conferisce alla sedia una sorprendente mobilità a discapito della stabilità della sua seduta. Di certo, questo pezzo è di chiara ispirazione razionalista anche se la presenza di dettagli decorativi dall'aspetto aggressivo – le punte della base di appoggio posteriore -, ispirate con ogni probabilità alle arti "primitive", allude al mistero, addirittura all'ostilità. Queste forme sconcertanti hanno indotto Wijdeveld, un teorico dell'epoca, a paragonare questo mobile ad una "musica in minore che produrrebbe oscuri presagi".




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter