Alphonse-Alexandre Defrasse
Esposizione universale del 1900, progetto

Progetto per l'Esposizione universale del 1900, facciata principale del palazzo, sul Campo di Marte
Alphonse-Alexandre Defrasse (1860-1939)
Progetto per l'Esposizione universale del 1900, facciata principale del palazzo, sul Campo di Marte
1894
Mina di piombo ed acquerello
Cm 24,5 x 96,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Jean-Gilles Berizzi


Progetto per l'Esposizione universale del 1900, veduta d'insieme dell'Esposizione

Projet pour l'Exposition universelle de 1900, façade principale du palais central, sur le Champ-de-Mars [Progetto per l'Esposizione universale del 1900, facciata principale del palazzo, sul Campo di Marte]


A partire dal 1894, il governo francese organizza il concorso indetto per l'Esposizione universale del 1900. Questo lasso di tempo, volutamente ampio, deve permettere di selezionare al meglio e senza affanno i vari progetti presentati senza ripetere le tristi esperienze delle precedenti Esposizioni. Al perimetro tradizionale dell'Esposizione, ovvero il Campo di Marte, la spianata des Invalides e la collina di Chaillot, nell'edizione del 1900 vengono ad aggiungersi la parte finale dei Campi Elisi e l'insieme delle rive della Senna, del Campo di Marte fino agli Invalides.

Defrasse colloca l'ingresso dell'esposizione sui Campi Elisi, lungo il prolungamento degli Invalides e del ponte monumentale la cui costruzione si rende così necessaria. Sulla spianata degli Invalides vengono disposti i padiglioni delle colonie e dei protettorati. Sul Campo di Marte, Defrasse lascia la Galleria delle Macchine ma demolisce la maggior parte degli altri edifici della precedente Esposizione del 1889, ivi compresa la torre Eiffel. Al posto di quest'ultima, l'architetto propone questa sontuosa galleria delle Nazioni, coronata da una cupola centrale e chiusa in cima da due esedre di vetro. L'edificio deve essere riservato alle feste organizzate durante l'esposizione.

Consapevole dei problemi di collegamento tra i vari siti e le due rive della Senna, l'insigne architetto sistema un porto di fronte alla galleria al quale si accede tramite ampi gradini. Per rendere il paesaggio parigino ancora più vivace, Defrasse inserisce gondole ed imbarcazioni di piccolo tipo in stile veneziano. Alla fine, però, il concorso viene vinto da Charles Girault e quest'ambizioso progetto non viene mai realizzato.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter