Musée d'Orsay: Louis Pille Esposizione universale del 1900, progetto per il Grand Palais

Louis Pille
Esposizione universale del 1900, progetto per il Grand Palais

Esposizione universale del 1900, progetto per il Grand Palais
Louis Pille (1868-1899)
Esposizione universale del 1900, progetto per il Grand Palais
1894
Matita, mina di piombo, acquerello
Cm 37,5 x 105
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Exposition universelle de 1900, projet pour le Grand Palais [Esposizione universale del 1900, progetto per il Grand Palais]


Nel 1894, Louis Pille, all'epoca appena ventiseienne, partecipa al concorso indetto per gli edifici dell'Esposizione universale del 1900, i cui progetti sono presentati al palazzo dell'industria nel 1895. Il programma lasciava tutta la libertà di conservare o di demolire i monumenti tramandati dalla precedente Esposizione universale del 1889 : il palazzo delle Belle-Arti e delle Arti liberali di Jean-Camille Formigé, la cupola monumentale de Joseph Bouvard, la galleria delle macchine di Ferdinand Dutert e di Victor Contamin e, certamente, la torre Eiffel. Pille sceglie di conservare quasi tutti gli edifici trasformandone però il loro aspetto e installa, nel palazzo dell'industria modificato, le mostre delle Belle-Arti.

Il palazzo dell'Industria era stato costruito per la prima Esposizione universale del 1855 e veniva utilizzato per ogni sorta di manifestazione pubblica, in prevalenza per le esposizioni del Salon. Pille lo conserva ma duplica il volume originale e circonda l'insieme di una facciata monumentale il cui ingresso principale è allestito attorno ad un giardino che conduce alla Senna e collegato agli Invalides per mezzo di due ponti monumentali. Il palazzo sarà distrutto e sostituito dal Grand Palais.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
TwitterInstagramGoogle+YouTubeDailymotion