Eugène Grasset
Paesaggi di pietre ed erbe ornamentali

Paesaggi di pietre ed erbe ornamentali
Eugène Grasset (1845-1917)
Paesaggi di pietre ed erbe ornamentali
1890-1903
Matita su carta
Cm 19 x 15,6
© Musée d'Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Sophie Boegly


Rocce in gres
Foglie, muschi e pietre
Testa di tigre stilizzata
Barca che ondeggia
Due studi di teste di tigri

Paysages de pierres et d'herbes ornementés [Paesaggi di pietre ed erbe ornamentali]


Grasset non fu solo un valente artista ma anche uno straordinario insegnante e teorico del disegno che, tra il 1891 e il 1917, impartì lezioni di composizione decorativa in vari istituti e, in particolare, presso l'Ecole Guérin (istituto privato del quartiere di Montparnasse).

L'insieme di tutti gli appunti delle lezioni costituisce l'immenso valore del fondo conservato dal museo. Oltre 6000 fogli permettono di comprendere l'approccio del professore nei confronti di tutto ciò che la natura offre alla vista. Questi appunti sono pertanto suddivisi in base agli argomenti trattati; piante, animali, paesaggio, figura umana, architettura.
Il suo insegnamento si sviluppa in più fasi. Il punto di partenza è la conoscenza che facilita la fedeltà di rappresentazione grazie ad una cognizione preliminare di materie quali la zoologia, la botanica, l'anatomia… Segue poi una fase di geometrizzazione, che è una forma d'interpretazione tramite la semplificazione delle forme. Ed infine, una fase di realizzazione con ornamentazione, che privilegia l'uso del colore e la scelta ragionata dei materiali.

Ogni foglio di lezione è corredato da un numero cospicuo di note scritte a mano che spiegano, punto su punto, il perché e il come dello stile del disegno rappresentato. A volte sono indicati riferimenti che rimandano ad opere d'arte, a lavori celebri o perfino ai musei. Tutti questi appunti sono datati, numerati, provvisti di annotazioni, commenti e, nonostante la diversità dei luoghi d'insegnamento nei quali furono utilizzati, mantengono una loro precisa uniformità. Grasset formò un'intera generazione di disegnatori di talento come Maurice Pillard-Verneuil. Egli è all'origine dell'Art nouveau del quale, però, non approvò il termine di rottura "nouveau"( nuovo) in quanto, in passato, proprio Grasset aveva difeso strenuamente la capacità e la bravura degli artisti delle epoche passate.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter