Théodore Ballu
Parigi, chiesa della Santissima Trinità

Parigi, chiesa della Santissima Trinità. Alzato della facciata laterale
Théodore Ballu (1817-1885)
Parigi, chiesa della Santissima Trinità. Alzato della facciata laterale
1861-1867
Matita su carta da ricalco incollata su carta forte
Cm 67,8 x 99,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Paris, église de la Sainte-Trinité. Elévation de la façade latérale [Parigi, chiesa della Santissima Trinità. Alzato della facciata laterale]


Nel 1861, la città di Parigi decide di costruire una chiesa nel quartiere di La Chaussée-d'Antin. I lavori sono affidati a Théodore Ballu, primo Grand Prix di Roma nel 1841. Appassionato d'arte gotica e grande ammiratore del Rinascimento, Ballu dà alla Santissima-Trinità un'interpretazione personale, mescolando lo stile italiano e quello francese, abbinati ad elementi medievali.

Per quest'edificio concepito come il centro di un insieme urbano, in un quartiere benestante e mondano, l'accento è posto su una torre ad arco a pianta quadrata, coronata da un campanile ottagonale, quest'ultimo sormontato da una cupola e da una lanterna a giorno. Quest'unica torre della facciata ha lo scopo di prolungare la prospettiva di rue de La Chaussée-d'Antin.

Le facciate laterali sono composte da quattro arcate separate da pilastri in mezzo ai quali si aprono due vani. Alle estremità sono collocate le sacrestie di pianta ottagonale, collegate al coro, anch'esso ottagonale, da piccole torri cilindriche. Le sacrestie sono rialzate di un piano e illuminate da due fenditure.
Questo bel disegno di grande formato mostra il lavoro di disegnatore di Ballu che, per la torre, non esita a correggere una parte eseguita, a suo dire, in maniera imprecisa e maldestra.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter