Joseph Olive
Progetto di riammodernamento delle Tuileries

Progetto di riammodernamento del giardino delle Tuileries, pianta
Joseph Olive (1817-1889), Paul Bénard (1834-1886)
Progetto di riammodernamento del giardino delle Tuileries, pianta
1880
Penna e inchiostro nero, acquerello
Cm 68,2 x 97,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski


Progetto di rifacimento parziale del palazzo delle Tuileries con giardino d'inverno, pianta
Progetto di rifacimento parziale del palazzo delle Tuileries, facciata e spaccato trasversale
Progetto di riammodernamento del giardino delle Tuileries, pianta del giardino con progetto di rifacimento della Cassa dei depositi
Progetto di rifacimento parziale del palazzo delle Tuileries, pianta con sala dei congressi

Projet de rajeunissement du jardin des Tuileries, plan [Progetto di riammodernamento del giardino delle Tuileries, pianta]


Nel gennaio del 1880, mentre la sorte delle rovine del palazzo delle Tuileries, dato alle fiamme durante la Comune del 1871, è ancora in sospeso, Olive e Bénard presentano questo progetto di "riammodernamento del giardino delle Tuileries". In un primo tempo i due architetti propongono di allestire un ampio giardino affacciato sulle Tuileries ricostruite come erano prima dell'incendio. Questo nuovo spazio, più simile alle promenades (strade pedonali ) di Alphand che ai giardini storici di Le Nôtre, ha l'aspetto di un luogo per il ristoro e la festa destinato a ravvivare un ambiente desolato.

Olive e Bénard elaborano contemporaneamente un insieme di misure volte alla sistemazione delle zone circostanti le Tuileries. L'ampliamento del Pont Royal ha lo scopo di facilitare la traversata della Senna. D'altro canto, l'ampliamento, sulla sponda opposta, dei locali che ospitano la Cassa dei depositi, è pensato allo scopo di sistemare nell'edificio stesso una parte dell'amministrazione delle Finanze i cui locali erano stati dati alle fiamme durante la Comune, e un palazzo delle Arti sul luogo ove un tempo sorgeva l'antica Corte dei Conti (anch'essa distrutta nel periodo della Comune).

Olive e Bénard presentano altri due progetti per le Tuileries. Il primo ha una spiccata dimensione politica: si tratta della proposta di edificare, sul luogo dove sorgeva il palazzo, un edificio destinato ad ospitare le tre grandi assemblee francesi, Il Senato, la Camera dei deputati e il Congresso del Parlamento. Questo progetto è direttamente connesso agli eventi politici di quel periodo. Le due camere, infatti, sono state trasferite l'anno prima da Versailles a Parigi. Il secondo progetto prevede di trasformare il palazzo in un giardino d'inverno. Queste proposte, però, , entrambe sottoposte all'attenzione del governo, non furono mai realizzate. La demolizione delle Tuileries sarà infine votata nel 1882 e la ristrutturazione del giardino verrà affidata all'architetto Edmond Guillaume nel 1899.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter