Henri Schmit
Teatro di porta Saint-Martin

Plastico della facciata e della veranda del teatro di Porta Saint-Martin a Parigi
Henri Schmit (1851-1904)
Plastico della facciata e della veranda del teatro di Porta Saint-Martin a Parigi
1892
Alluminio, ottone e vetro su un'anima di legno
Cm 87 x 90 x 32
© Musée d'Orsay, dist RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt

Maquette de la façade et de la véranda du théâtre de la porte Saint-Martin à Paris [Plastico della facciata e della veranda del teatro di Porta Saint-Martin a Parigi]


Come molti altri, anche il teatro di porta Saint-Martin viene dato alle fiamme nel maggio del 1871 durante la Comune. Lo stabile sarà poi interamente ricostruito nel 1873. La sua facciata è inizialmente di una grande semplicità. Le porte di accesso al pianterreno erano cinque, di cui tre si aprivano sul vestibolo.

Riaperto le 27 settembre 1873 con la nuova versione di Maria Tudor i Victor Hugo, il teatro subisce, nel corso degli anni seguenti, numerose modifiche, sia esterne che interne, secondo quanto previsto dalle norme di sicurezza. La prima delle trasformazioni è apportata alla facciata dove, nel 1887, viene aggiunta una tettoia. Difatti, la commissione di sicurezza dei teatri si preoccupa dei rischi nei quali il pubblico potrebbe incorrere in caso di incendio. Pertanto, da quel momento in poi, essa ordina di costruire teatri con terrazzi o di aggiungere gli stessi per facilitare l'uscita.
In seguito, una relazione di Charles Garnier, l'architetto dell'Opéra di Parigi, dimostra l'inutilità di questa disposizione. Il teatro di porta Saint-Martin decide quindi di allestire un giardino d'inverno. Il terrazzo viene allora chiuso da una veranda di metallo e di vetro, sormontata da una cupola di zinco ornata da grosse calotte di vetro colorato in uno stile in cui sussistono influssi orientali. La veranda viene realizzata nel 1891 e rimossa nel 1897. Questo plastico di straordinario interesse, così preciso in tutti i dettagli riguardanti l'ornamentazione e la presenza di oggetti in ferro battuto, lascia supporre che questo potrebbe essere un modello da sottoporre all'esame della commissione dei teatri.
Il teatro di porta Saint-Martin benché sia tuttora aperto e in attività, nel 1930, ha subito una cospicua quantità di modifiche interne ed esterne. La tettoia e questa spettacolare veranda sono scomparse, restituendo alla facciata il suo aspetto sobrio.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter