Louis Boitte
Villa Medicis

Villa Medici, veduta della villa attraverso gli alberi del parco
Louis Boitte (1830-1906)
Villa Medici, veduta della villa attraverso gli alberi del parco
1860
Matita e acquerello su carta incollata su carta
Cm 31 x 22,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Villa Médicis, vue de la villa à travers les arbres du parc [Villa Medici, veduta della villa attraverso gli alberi del parco]


All'epoca del suo soggiorno italiano, Boitte trascorre la maggior parte del tempo a Villa Medici, sede romana dell'Accademia di Francia dal 1803. Questa magnifica dimora risale alla metà del XVI secolo. Acquistata nel 1576 dal cardinale Ferdinando de' Medici, era stata da lui ristrutturata come un museo per ospitare la sua ricca collezione di opere d'arte. Situata all'interno della città ma circondata da ampi spazi di verde, Villa Medici assicura un' atmosfera piacevole ai borsisti. Tuttavia, la lontananza dalla propria famiglia, le differenze climatiche e gastronomiche rendono spesso difficili i primi giorni del soggiorno italiano per gli ospiti francesi. Poco a poco, però, il fascino dell'Italia, le divertenti gite fuori Roma e l'entusiasmo degli stessi borsisti per le ricchezze del paese prendono il sopravvento.

Questo luminoso acquerello, dipinto durante la prima estate che l'architetto trascorre in Italia, traduce il fascino delle giornate passate a Villa Medici, inondata di sole e protetta da una folta vegetazione dal resto della città.
Un altro acquerello di Boitte, facente anch'esso parte delle collezioni del museo d'Orsay conferma il legame che unisce l'architetto a questo luogo. In questo caso, Boitte si diverte a ricostruire l'atmosfera che regnava nella villa all'epoca di Ferdinando de' Medici, collocando davanti alla sontuosa facciata che dà sul giardino un gruppo di personaggi in costume rinascimentale. Questa epoca lo affascina in modo particolare come testimoniano, una quindicina di anni dopo, le importanti opere di restauro che lo stesso Boitte dirige in veste di architetto presso il castello di Fontainebleau.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter