Morris & Company
Una sedia

Una sedia
Morris & Company (decoratori a Londra a partire dal 1861)
Una sedia
Modello creato intorno al 1865
Legno verniciato di nero
Cm 84,5 x 44,5 x 41
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Une chaise [Una sedia]


Gli esordi dello stile moderno come quelli che si manifestano nell'Inghilterra vittoriana nel decennio che va dal 1860 al 1870 passano attraverso un ritorno ai valori artigianali. William Morris dà l'esempio aprendo, a partire dal gennaio del 1861, una ditta di decorazioni, un'unità di produzione altamente reattiva in grado di garantire il pronto intervento dell'architetto, del decoratore e del produttore. L'influsso determinante di Morris si manifesta in particolare nella sua concezione architettonica della decorazione moderna : egli crede fermamente nel ruolo fondamentale che ha l'architettura di interni per la creazione delle condizioni di una vita degna e felice. Sin dalla costituzione della ditta, architetti e pittori collaborano strettamente in vista dell'elaborazione degli elementi di decorazione e di arredamento.

Per quanto riguarda le sedie, la gamma delle Sussex Chairs, alla quale appartiene questo esemplare, riprende modelli rustici, leggeri, con seduta impagliata, ispirati in parte agli esempi francesi di inizio Ottocento.
Con ogni probabilità, questo modello è stato disegnato da Ford Madox Brown (1821-1893), un pittore britannico vicino ai preraffaelliti. A lui sono attribuite non meno di otto diversi tipi di sedia ideati per Morris & Company.
Nel 1865, 1868 e 1878, Edward Burne-Jones acquista delle Sussex Chairs per le sue case di Kensington e di Fulham. Lo stesso Morris le utilizza nel soggiorno di Kelmscott House. Raccomandate per il loro prezzo vantaggioso e per la loro leggerezza, queste sedie semplici e pratiche rimasero in produzione fino alla Prima Guerra mondiale.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter