Lucien Hirtz
Scatola

Scatola
Lucien Hirtz (1864-1928)
Scatola
1914-1919
Legno tornito, smalto dipinto su rame, lamine d'oro
Cm 2,7 x 7,4
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski


Scatola

Boîte [Scatola]


Collaboratore di prestigiosi orafi tra cui Falize e Boucheron, per i quali realizza gioielli e oggetti d'arte, Lucien Hirtz è, ai primi del Novecento, uno dei maggiori esperti dello smalto dipinto. Gli oggetti da lui inviati con regolarità ai vari Salon, dal 1896 al 1913, comprendono sia molte rappresentazioni di soggetti femminili - Gaiezza, Le Naiadi, Riflessi di pietre preziose -, sia motivi puramente naturalistici: foglie e insetti, alghe e pesci, piume di pavoni...

Così facendo, anche ben oltre l'inizio del XX secolo, Hirtz resta fedele ai temi preferiti dell'Art Nouveau. Nel caso di questo oggetto, il coperchio è decorato con aghi e pigne. Le conifere, del resto, avevano già ispirato alcune creazioni di grandi maestri dell'Art Nouveau tra i quali René Lalique e Lucien Bonvallet. Tuttavia, la forma circolare di questa scatola e il disegno pieno di vortici della decorazione smaltata offrono una versione più stilizzata del motivo vegetale, il che ricorda l'arte giapponese.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter