Richard Riemerschmid
Piccolo candeliere

Piccolo candeliere
Richard Riemerschmid (1868-1957), Vereinigte Werkstätten für Kunst im Handwerk, Munich
Piccolo candeliere
Modello creato nel 1897
Ottone
Cm 35,8 x 16
© ADAGP - RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Franck Raux


Piccolo candeliere

Bougeoir [Piccolo candeliere]


A partire dal 1897, Richard Riemerschmid decide di abbandonare la sua carriera da pittore per dedicarsi esclusivamente al "design" e all'architettura. La sua decisione di contribuire all'elaborazione di uno stile di vita "moderna" lo fa partecipare, sin dai suoi esordi, alla costituzione dei Vereinigte Werkstätten für Kunst im Handwerk (Laboratori riuniti per l'arte nell'artigianato). Lo scopo di questi laboratori è molto pragmatico: offrire agli artisti, agli artigiani e ai costruttori che nutrono interesse nei confronti della produzione tedesca "contemporanea", la possibilità di lavorare insieme in seno ad una struttura che sia in grado di fornire una risposta ai quesiti di ordine tecnico ed economico sollevati da un tipo di produzione come questa. Non ha alcuna importanza che la modalità di fabbricazione rientri nel campo dell'artigianato o in quello industriale, che la diffusione sia limitata o no ad una ricca clientela. Conta solo la qualità del risultato.

Questo piccolo candeliere non solo può essere annoverato tra le prime realizzazioni di Riemerschmid nel campo delle arti decorative, ma è anche una delle prime manifestazioni più rappresentative dello Jugendstil, l'Art nouveau di Monaco di Baviera.
La forma dell'oggetto fonde assieme armonia e sobrietà. Tale forma si ispira ad un probabile modello di pianta della quale è mantenuto solo un accenno relativo al suo sviluppo e alla sua crescita. Riemerschmid è alla ricerca della suggestione e vuole richiamare l'idea di creatura biologica e, a differenza delle ricerche contemporanee scozzesi e viennesi, rifiuta la linea dritta. Dalla base vorticosa si innalza uno stelo, il cui vigoroso dinamismo non è intralciato da nessun dettaglio fino alla gemmazione finale.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter