Daum Frères
Caraffa con croci di Lorena

Caraffa con croci di Lorena
Daum Frères, Auguste Daum (1853-1909), Antonin Daum (1864-1930)
Caraffa con croci di Lorena
Modèle créé en 1891
Vetro inciso all'acido, smalti opachi in rilievo, lumeggiature dorate, manico in applicazione
Cm 26,4 x 14
© Musée d'Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt


Caraffa con croci di Lorena
Caraffa con croci di Lorena

Carafe aux croix de Lorraine [Caraffa con croci di Lorena]


Nel 1878, Jean Daum rileva la vetreria Avril, Bertrand e Cie fondata a Nancy nel 1874. Per una decina di anni la produzione è limitata ai vetri di orologio, alla fabbricazione di boccette e di bicchieri. Dopo la scomparsa di Jean Daum, nel 1885, la produzione viene a poco a poco orientata verso altri settori. Le redini dell'azienda passano allora ad Auguste e Antonin, i due figli del defunto Daum. Il primo si occupa della gestione amministrativa, il secondo cura la produzione artistica. Quest'ultima ha inizio proprio nel 1891, l'anno in cui fu realizzato questo modello.

La complessa struttura decorativa di questa caraffa si basa sull'alternarsi di strisce che l'attraversano di sbieco, di croci di Lorena e nuvole in stile giapponesizzante. Questa decorazione, arricchita dal ricorso alla doratura, è incisa all'acido. Il motivo della croce di Lorena, attinto dall'armoriale regionale, deriva dalla cultura lotaringica che si sviluppa all'indomani della guerra del 1870. La Caraffa con croci di Lorena, è emblematica di questa attività degli anni 1890-1893.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter