Emile Gallé
Le Ombrellette

Scrittoio da signora "Le Ombrellette"
Emile Gallé (1846-1904)
Scrittoio da signora "Le Ombrellette"
1900
Robinia modanata e scolpita, intarsio di varie qualità di legno
Cm 160 x 84 x 55
© Musée d'Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt


Scrittoio da signora "Le Ombrellette"
Scrittoio da signora "Le Ombrellette"
Scrittoio da signora "Le Ombrellette"
Scrittoio da signora "Le Ombrellette"
Scrittoio da signora "Le Ombrellette"

Scrittoio da signora "Les Ombellules" [“Le Ombrellette”]


Questo modello faceva parte dell'insieme di opere che Gallé ha inviato all'Esposizione universale di Parigi del 1900. L'opera figura con l'appellativo di Le Ombrellette nel piccolo catalogo appositamente redatto e stampato dall'artista per l'occasione.

Lo scrittoio costituisce un vero e proprio inno alla panace dei prati. Dal gambo, dalle foglie e dall'infiorescenza di quest'unica pianta, traggono origine gli elementi strutturali e quelli scolpiti dello scrittoio.
La panace dei prati compare sempre su tutte le superfici piane del mobile: facciata del cassetto, piano dello scrittoio, pannelli frontali e laterali del corpo superiore che fungono da scaffali. In questo caso, la tecnica adottata non è più la scultura ma l'intarsio. Le Ombrellette si dischiudono sontuosamente in una disposizione molto giapponesizzante costruita sull'asimmetria, sull'inversione delle proporzioni e sul rifiuto della prospettiva illusionista.

Per tradurre il luccicare della loro fioritura per effetto dei raggi solari, Gallé ha scelto tre specie molto cangianti: la betulla finlandese, il frassino giapponese e la quercia della Tasmania. Per quanto riguarda l'ambiente naturale della pianta, prati e fossati umidi, esso è evocato tramite elementi paesaggistici abbozzati a grandi tratti e la cui resa è di nuovo unicamente affidata alle venature e alla colorazione delle essenze utilizzate, così come al fregio costituito dalla serie di rane che collega i piedi anteriori del mobile.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter