Paul Ranson
Donne in bianco

Donne in bianco
Paul Ranson (1861-1909) e consorte
Donne in bianco
1895 circa
Filo di lana su canovaccio, arazzo con ricamo ad ago e a piccolo punto
Cm 150 x 98
© DR- RMN-Grand Palais (musée d'Orsay)

Femmes en blanc [Donne in bianco]


Questo arazzo fu realizzato da France Ranson-Rousseau, cugina e moglie del pittore decoratore Paul Ranson che ne realizzò il cartone verso il 1892-1893. L'opera rientra nello stile dell'Art Nouveau per lo sviluppo di un tema relativo sia all'essere umano, sia alla natura: la femminilità e la frutta. La stilizzazione del disegno e la linea corsiva fanno di questo arazzo un'opera moderna e simbolista.

Il soggetto, poco definito, può dare luogo a varie interpretazioni, la mela in terra con a fianco una giovane donna visibilmente contrariata possono essere una chiara allusione alla figura biblica di Eva. Tuttavia, il soggetto può benissimo rappresentare una comune scena di vita domestica, nobilitata però dalla lavorazione che la rende simile ad un quadro: la bordatura floreale che forma la cornice, i fiori sullo sfondo ricordano gli arazzi medioevali. Donne in bianco chiamato anche Donne con le mele è il primo arazzo di France Ranson eseguito ad ago su un canovaccio di lana con il ricamo a piccolo punto. L'opera partecipò all'Esposizione della Société nationale des beaux-arts nel 1894.

Paul Ranson realizza numerosi cartoni di arazzo tra il 1890 e il 1898. Con i suoi amici appartenenti al movimento "Nabi" libera questo tipo di arte dalla pittura privandolo di qualsiasi effetto pittorico o illusionista. In questo modo, è proprio la dimensione decorativa dell'arazzo ad essere messa in evidenza.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter