Emile Reiber
Fioriera

Fioriera
Emile Reiber (1826-1893), Christofle & Cie
Fioriera
1878 - 1880
Rame galvanico con decorazione parzialmente dorata, argentato e patinato di nero, su sfondo patinato in rosso; manici e piedi applicati in rame dorato: rivestimento interno in latta dipinta
Cm 13 x 32 x 25,6
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / René-Gabriel Ojéda

Jardinière [Fioriera]


Non paga di avvalersi della preziosa collaborazione di artisti di fama, Christofle & Cie, la più prestigiosa manifattura francese di oreficeria civile della seconda metà del XIX secolo, ottiene anche il contribuito dell'architetto e teorico Emile Reiber. Quest'ultimo, nominato alla guida del laboratorio di disegno e di composizione nel 1865, permette alla ditta di sviluppare negli anni settanta del XIX secolo, oltre alla sua consueta produzione di stoviglie da tavola, la creazione di una linea di ispirazione prevalentemente giapponesizzante del tutto originale. Christofle si specializza così nella produzione di oggetti in bronzo policromo.

Dopo aver esitato "per un po' di tempo, utilizzando a turno la palmetta indiana, il garofano dei persiani, il loto egiziano e la peonia dei Cinesi" (Burty, Les Emaux cloisonnés anciens, et modernes, 1868), Reiber si rivela uno dei più ferventi adepti del Giapponismo. Nei modelli colorati che egli realizza per Christofle, l'artista fa sue le decorazioni e le tecniche dell'Estremo Oriente, rinnovando l'arte della tavola e dell'arredamento.
La scoperta dei bronzi giapponesi (o cinesi) è all'origine di questi esperimenti che puntano soprattutto ad uguagliare leghe ed incrostazioni praticate in Giappone facendo appello al progresso industriale. Le ricerche di policromia portano ad un'intera collezione di pezzi decorativi, non passati di certo inosservati alle Esposizioni universali, a Vienna nel 1873 e a Parigi nel 1878. Questo portafiori decorato con fiori di cotogno - facente parte di un'analoga serie che comprende anche candelabri, lampade a petrolio, compostiere e coppe da frutta – testimonia il successo di questi"bronzi incrostati con rilievi policromi", prodotti in svariati colori su sfondo nero o rosso.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter