Georges Pannier
Vaso

Vaso
Georges Pannier (1853-1944), Henry Pannier (1853-1935)
Vaso
1890
Cristallo a tre strati, bronzo dorato e argentato
Cm 42,3 x 35
© DR - RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Jean Schormans

Vase [Vaso]


Sin dagli anni settanta del XIX secolo, i commercianti-editori parigini si sono specializzati in ceramiche,vetrerie, bronzi ornamentali, mobili di fantasia di genere sino-giapponese. La comparsa di questo gusto esotico era stata favorita dall'Esposizione universale parigina del 1867, organizzata sulla spianata di Campo di Marte e alla quale fa seguito una produzione di oggetti lussuosi, molto in linea con quella dei mercanti merciai del XVIII secolo che, talvolta, modificavano gli oggetti importati per adattarli al gusto della loro clientela.
Soltanto con una certa reticenza e in modo molto marginale, i commercianti-editori di fine Ottocento aderiscono all'Art Nouveau, e sempre col medesimo intento di portare avanti un commercio molto esclusivo. In questo modo, riescono a vendere vasi di Gallé o di Tiffany ai quali applicano ricche montature di bronzo dorato come ornamento.

I fratelli Pannier sono i proprietari di L'Escalier de Cristal, un rinomato ed esclusivo negozio di lusso, aperto a Parigi nel 1814. Nel caso di questo vaso ornamentale, già dalla sua progettazione sembra che i due commercianti abbiano voluto far coesistere lo spirito Art Nouveau con una decorazione esuberante. Questa intenzione si traduce con l'abbinamento curioso della decorazione floreale incisa con i soggetti simbolici raffiguranti serpenti attorcigliati e un viso di Medusa. L'influsso dell'Art Nouveau è altresì ravvisabile nel movimento volteggiante che vivacizza non solo gli steli e i petali ma anche i filamenti di Medusa e le ondulazioni dei serpenti. L'insieme testimonia un 'insolita volontà di fare "moderno".




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter