Antoni Gaudí
Mensola

Mensola
Antoni Gaudí (1852-1926)
Mensola
1906-1910
Staff dorato
Cm 31 x 43 x 22
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / René-Gabriel Ojéda

Console [Mensola]


La Casa Milà a Barcellona, l'ultima grande opera civile di Gaudí, è un lavoro commissionato all'artista da don Pedro Milà Camps, un industriale del settore tessile e da sua moglie doña Rosario Segimó Artells. Per mezzo di questa costruzione monumentale che ha una superficie di 1620 m² e che, forse, s'ispira alle formazioni rocciose della Catalogna, Gaudí realizza un'architettura libera ed organica. L'artista si occupa altresì della sistemazione, al primo piano, dell'appartamento personale del proprietario. La signora Milà, tuttavia, meno sensibile alle ricerche architettoniche di Gaudì, alla morte di quest'ultimo, fa subito coprire la decorazione fissa progettata da Gaudí. Ciononostante, alcuni elementi, come ad esempio questo, sono sopravvissuti alle modifiche apportate.

A prima vista, questa mensola in gesso dorato richiama alla mente, come i balconi della facciata, una grossa e molle alga marina. Tuttavia, sul retro di tale mensola è contenuta la Madonna avvolta dal suo ampio mantello che tiene in braccio il Bambino Gesù. La cosa non è affatto fortuita. Risulta, infatti, che la Casa Milà era stata progettata in onore della Vergine Maria. Del resto, un'immagine scolpita da Calos Mani (1866-1911) avrebbe dovuto essere collocata in cima all'edificio se dal 26 al 31 luglio 1909 non avesse avuto luogo quella che è passata alla storia come la "settimana tragica": moti di rivolta, caratterizzati da violenze anticlericali, scatenati dai riservisti spagnoli fermamente decisi a non partecipare alle guerre coloniali in Africa.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter