Jan Toorop
Il Desiderio e l'Appagamento

Il Desiderio e l'Appagamento
Jan Toorop (1858-1928)
Il Desiderio e l'Appagamento
1893
Pastello su due fogli di carta beige incollati su cartone
Cm 76 x 90
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Le Désir et l'Assouvissement [Il Desiderio e l'Appagamento]


Jan Toorop, nato nel 1858 a Java, all'epoca colonia olandese, si trasferì molto presto in Europa, frequentò i corsi dell'Accademia di Amsterdam sin dal1881, prima di recarsi a studiare a Bruxelles, Parigi e Londra. Sensibile all'influsso delle diverse correnti estetiche che imperversavano in Europa, abbandonò subito il naturalismo per il neoimpressionismo, prima di dedicarsi per un breve lasso di tempo al simbolismo.
Il 1893, anno della realizzazione di questo sorprendente pastello, pensato come un progetto per una vetrata, rappresenta l'apice della sua partecipazione al movimento simbolista.

L'iconografia che, in origine, continuava sulla cornice, è molto complessa: il viso femminile, rivolto in avanti, con gli occhi completamente aperti rappresenta il Desiderio che prega e supplica affinché il giglio ancora chiuso possa ricevere la rugiada bianca della pioggia riversata dalle nuvole poste al di sopra.
Dietro la croce, l'altro viso, rivolto all'indietro in modo da far intravedere soltanto una parte della corona di spine del Cristo crocifisso, di profilo e con gli occhi semichiusi è quello dell'Appagamento. Il personaggio stringe in mano un giglio leggeremente dischiuso sul quale la fertile rugiada spirituale si è gia riversata, sprigionando tutto il suo profumo. L'ambientazione lineare è costituita da una fila di linee parallele che attraversano la composizione; tali linee, prodotte dalla campana a destra, rappresentano i suoni che percorrono il mondo e sostengono la fede e che, stando alle dichiarazioni di Toorop, ricordano "i periodi puri e mistici di un tempo".

Questa illustrazione di un misticismo complesso e critico nei confronti della società contemporanea fu offerto nel 1911 dall'artista a Maurice Denis, pittore e poeta che aveva dato prova di una fede forte salda, in cambio di una Maternità attualmente presente nelle collezioni del museo Kröller-Müller d'Otterlo, nei Paesi Bassi.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter