Edouard Manet
La Donna con gatto

La Donna con gatto
Edouard Manet (1852-1883)
La Donna con gatto
1862-1863 circa
Pennello e inchiostro di china
Cm 20 x 27
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Gérard Blot

La femme au chat [La Donna con gatto]


L'idea di vedere in questo disegno un primo abbozzo dell'Olympia (conservata presso il museo d'Orsay) è molto suggestiva. L'opera, tuttavia, a detta di Victorine Meurent che posò come modella, differisce molto dai disegni preparatori giunti fino a noi. Si tratta, piuttosto, di una prima idea buttata su carta, una semplice opera di fantasia o di rilassamento. La fattura di questo disegno a inchiostro sfumato, eseguita con grande maestria evoca le figure femminili contemporanee disegnate a tratti rapidi e sommari da Constantin Guys.
Tuttavia, possiamo ritrovare nel disegno e nella tela che fece scandalo al Salon del 1865, il violento contrasto tra la tappezzeria scura dello sfondo e il corpo bianco adagiato sul lenzuolo. Nel quadro, il gatto è spostato verso destra ed è sostituito al centro della composizione dalla domestica negra con in mano un mazzo di fiori.

L'indolenza della modella ricorda la Maja desnuda (Madrid, Museo del Prado) di Goya, artista ammirato da Manet, e l'Odalisca (collezione privata) di Delacroix. Tuttavia, mentre lo sguardo che La donna con gatto rivolge allo spettatore è complice, gli occhi di Olympia, invece, sembrano lanciare una sfida a coloro che la contemplano.

Scheda Manet




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter