Odilon Redon
Parsifal

Parsifal
Odilon Redon (1840-1916)
Parsifal
1912
Pastello su carta
Cm 64 x 49
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Parsifal


Su uno sfondo di montagne spoglie, si erge la figura monumentale e solitaria di Parsifal. Questo personaggio è tratto da un dramma in tre atti di Wagner, composto nel 1882 e ispirato alla leggenda del Graal.
Redon aveva già raffigurato Parsifal in una litografia del 1891-1892. In questo caso, però, privato del suo elmo e della sua lancia, il guerriero si trasforma in un magio ossessionato da un sogno recondito. La gamma cupa dei colori dominata dalle tonalità viola e nere accentua il clima tragico dell'opera.

Dai dati in nostro possesso emerge che Redon, anch'egli musicista, si è interessato alle teorie di Wagner il quale, nei suoi drammi, desidera realizzare la sintesi tra musica, poesia, teatro e danza. Il pittore aveva collaborato alla Revue Wagnérienne con una sua litografia intitolata Brunilde e, nel 1895, assistette alla rappresentazione de Tannhaüser a Parigi e di Lohengrin a Londra. Tuttavia, avvertendo come il suo amico Mallarmé la stessa diffidenza nei confronti delle teorie wagneriane dell'arte totale, Redon si limita ad attingere nel dramma wagneriano una materia illimitata di soggetti.

Per la sua tensione interna e per la cupezza del suo motivo dominante, questo pastello eseguito nel 1912 ricorda quell'atmosfera malinconica che, a volte, caratterizzava già il periodo dei Neri. Le masse rocciose dello sfondo fanno pensare alle prime acqueforti incise da Redon sotto l'influsso di Rodolphe Bresdin (1822-1885). In questo modo, Parsifal rappresenta il ritorno dell'artista ad un'ispirazione precedente di cui possiamo trovare tracce nel suo diario: "Oh, anima mia di un tempo, anima lontana, tu, questa sera, sei ritornata da me avvolta nelle tenebre… ...amica notturna che viene, che va e che reputo persa per sempre, che cosa ti ricorda e alla tua ora? Lo ignoro".

Scheda Redon




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter