Georges Seurat
Rappresentazione teatrale

Rappresentazione teatrale
Georges Seurat (1859-1891)
Rappresentazione teatrale
1887-1888 circa
Matita Conté e matita bianca su carta vergata
Cm 30,8 x 23,6
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / DR

Scène de théâtre [Rappresentazione teatrale]


I café-concert o più comunemente i café-chantant celebrati da Degas e Manet negli anni settanta del XIX secolo, erano rappresentazioni piuttosto improvvisate all'aperto. Divi come la cantante Thérésa vi cantavano le loro canzoni comiche accompagnandole con una gestualità fuori dalle righe. Negli anni ottanta del XIX secolo, il decennio di Seurat, il café-concert viene allestito all'interno di grandi sale sempre più raffinate perfino durante la stagione estiva e, le rappresentazioni, si trasformano in veri a propri spettacoli di varietà, nel corso dei quali era anche possibile ascoltare le canzoni del repertorio di Yvette Gilbert o addirittura assistere ai primi spettacoli di varietà con scene "discinte". Le luci artificiali del palcoscenico fornivano all'artista un motivo ideale per esprimere la propria preferenza dei chiaroscuri.

Dato che quest'opera non è stata mai esposta quando l'artista era ancora in vita, si ignora il titolo originale e il nome del teatro al quale Seurat si ispira al momento della composizione. Tuttavia, è probabile che detta opera faccia parte di una serie di disegni in cui la maggior parte dei titoli evoca i music-hall di Montmartre. Questo disegno raffigura una rappresentazione, certamente un duetto comico sull'amore, di un'opera recitata in uno di questi music-hall popolari la cui clientela è aumentata in modo considerevole. Il disegno non mira alla precisione accademica. La tecnica, per così dire "sfumata", dissolve le figure. Tuttavia, la postura d'entrambi gli attori è perfettamente ritrascritta dal gioco di ombre e di luci.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter