Pierre Bonnard
Il pomeriggio borghese

Il pomeriggio borghese o La Famiglia Terrasse
Pierre Bonnard (1867- 1947)
Il pomeriggio borghese o La Famiglia Terrasse
1900
Olio su tela
Cm 139 x 212
© ADAGP, Paris - RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Thierry Le Mage

L'après-midi bourgeoise ou La famille Terrasse [Il pomeriggio borghese o La Famiglia Terrasse]


"Questo sorprendente Pomeriggio borghese in cui Bonnard comincia proprio ad assomigliarsi", scrive Thadée Natanson, nel 1951, in Le Bonnard que je propose. Il redattore capo della Revue blanche presagisce forse in questa tela i futuri sviluppi del pittore alla fine del suo periodo nabi? Quest'opera, infatti, appartiene ad una fase di transizione della carriera dell'artista, il momento in cui Bonnard abbandona le tendenze "giapponizzanti" e l'Art Nouveau che avevano caratterizzato la sua prima maniera.


La scena raffigura la famiglia del compositore Claude Terrasse, cognato dell'artista, ritratta di fronte all'abitazione di Le Clos a Le Grand Lemps (Isère), durante un assolato pomeriggio. Questa tela, di un formato eccezionale rispetto alle opere che Bonnard realizza in questo periodo, rientra nella tradizione del grande ritratto di gruppo di cui la Famiglia Belleli di Degas (opera anch'essa custodita presso il museo d'Orsay) è uno dei più notevoli esempi.

Dagli altri impressionisti, Bonnard prende in prestito la disposizione delle figure. Questa filiazione, però, si ferma qui. Questi personaggi rappresentati in atteggiamenti stereotipati, talvolta al limite della caricatura, ricorda un affresco primitivo. Vi ritroviamo anche l'ispirazione primitiva e naïf di Rousseau il Doganiere, per non dimenticare il Seurat di La Grande Jatte.

Della sua fase « nabi », l'artista conserva la predilezione per l'allestimento decorativo e per le deformazioni comiche. D'altronde, il senso dell'umorismo costituisce una delle qualità dominanti di questo ritratto di gruppo, maliziosamente intitolato Il Pomeriggio borghese.
Questa opera prefigura le grandi finestre aperte sulla campagna di Vernon o di Cannet che si manifesteranno in seguito. L'opera, inoltre, presenta risonanze sorprendentemente moderne e preannuncia alcune tele di Balthus (1908-2001).


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter