Albert Bartholomé
Tadamasa Hayashi

Tadamasa Hayashi
Albert Bartholomé (1848-1928)
Tadamasa Hayashi
1892
Bronzo
Cm 25,5 x 19
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski


Tadamasa Hayashi

Tadamasa Hayashi


Tadamasa Hayashi (1853-1906) è uno dei primi ambasciatori, in Francia, della cultura giapponese. Costui giunge a Parigi nel 1878 al seguito del mercante e antiquario Kenzaburô Wakaï per il quale fece da interprete in occasione dell'Esposizione Universale. Nel 1883 Hayashi apre un negozio di "giapponeserie" che suscita l'interesse di numerosi collezionisti. Grazie a questa attività Hayashi riesce ad introdursi negli ambienti artistici e letterari dell'epoca.

Molto verosimilmente è nella cerchia di amicizie di Degas che Albert Bartholomé conosce Hayashi. Affascinato dal viso esotico del giapponese, lo scultore lavora sin dal 1892 al ritratto del mercante. Per raffigurare il suo volto, Bartholomé decide di ispirarsi alle maschere del teatro nô, considerate all'epoca una delle massime espressioni della scultura giapponese. Tuttavia, grazie al realismo del modellato, il ritratto conserva un aspetto estremamente fedele.
Un bronzo di quest'opera viene presentato nel 1894 al Salon de la Société nationale des Beaux-arts. Non siamo in grado di stabilire, tuttavia, se si tratti dello stesso esemplare attualmente custodito al museo d'Orsay e che si distingue per la notevole qualità di fusione con la sua calda patina rossa. Lo stesso Degas era in possesso di un esemplare in gesso di questa maschera.


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter