Tiffany and Company, New York
Vaso

Vaso
Tiffany and Company, New York
Vaso
1876
Rame, ottone, bronzo, oro, decorazione applicata in argento massiccio
Cm 19,5 x 5
© ADAGP - RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Franck Raux


Vaso

Vase [Vaso]


Edward Chandler Moore (1827-1891), direttore artistico di Tiffany and Company, negli anni compresi tra il 1875 e il 1891 con la sua impronta segna lo stile di questa importante casa americana produttrice di oreficeria e gioielleria fondata nel 1837. Molto presto Chandler Moore si interessa alle arti dell'Estremo- Oriente, in particolare a quelle di provenienza giapponese. Egli mette in piedi una collezione di oggetti d'arti asiatiche di primo piano che, certamente, esercitano su di lui un profondo influsso.
Questo vaso, di forma cilindrica, costituito da una lega di metalli si ispira direttamente ad un modello giapponese, detto "porta pennelli ", facente parte della collezione. A questo esemplare è stata applicata una decorazione in argento massiccio che riproduce sei volte il disegno di una foglia di paulownia. Questa forma si rifà agli armadi della famiglia imperiale del Giappone. Questa decorazione conferisce al vaso un rilievo di grande raffinatezza, criterio decorativo che è, all'epoca, un segno distintivo dell'arte orafa di Tiffany. Il corpo dell'oggetto, inoltre, è abbellito dalla presenza di un anello presente altresì sul vaso originale e che serviva per appenderlo alla parete.

Sin dal 1872-1873, gli oggetti in stile giapponesizzante creati dar Tiffany and Co. suscitano lo stupore e l'ammirazione del pubblico. I commenti di elogio che fioccano in occasione del Centennal Exhibition di Filadelfia nel 1876, proprio nel periodo in cui questo vaso viene realizzato, ne sono una testimonianza tangibile. In occasione di questo evento, nella sua relazione sulle Arti decorative, Auguste Bartholdi sottolinea quanto il giapponismo, ponendo fine ai dogmi neogreci e neorinascimentali, rinnova efficacemente la produzione contemporanea. A suo dire, Tiffany ne è uno dei più abili promotori.
Elegante testimonianza di un momento di effervescenza artistica, curiosa e aperta al dialogo delle civiltà, questo vaso appare come una delle prime prove maggiori di adattamento di un pezzo giapponese al gusto occidentale.


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter