Charles Nègre
La Fama che cavalca Pegaso

"La Fama" che cavalca Pegaso scultura di Antoine Coysevox, place de la Concorde, Parigi
Charles Nègre (1820-1880)
"La Fama" che cavalca Pegaso scultura di Antoine Coysevox, place de la Concorde, Parigi
1859
Stampa su carta all'albumina ottenuta da un lastra di vetro unita su cartone
Cn 44,5 x 35,4
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Christian Jean

"La Renommée chevauchant Pégase", sculpture d'Antoine Coysevox, place de la Concorde, à Paris [La Fama che cavalca Pegaso], scultura di Antoine Coysevox, piazza de la Concorde, Parigi


"Gutenberg donò al mondo la stampa del pensiero; oggi, Sire, per mezzo dell’eliografia potete realizzare la stampa della forma esterna. Grazie all’eliografia le belle opere d’arte, di tutti i generi, potranno essere riprodotte, pubblicate, diffuse". ("Dissertazione all’Imperatore sulla eliotipia", di Ch. Nègre - 7 giugno 1858)
In questo stesso breve saggio, Charles Nègre sottopone all’Imperatore un progetto per la pubblicazione di una storia dell’arte dell’umanità ad immagini, illustrata grazie a questo procedimento di eliotipia che Nègre ha appena messo a punto. Il progetto non va in porto come del resto quello riguardante una pubblicazione su Parigi e la sua storia proposta al Prefetto di Parigi nel mese di agosto dello stesso anno.
Come consolazione, De Mercey, il capo della divisione delle Belle-Arti, commissiona al fotografo una monografia sulle statue delle Tuileries. Nègre si mette al lavoro nel giugno del 1859 e realizza trenta fotografie delle quali deposita le stampe, per approvazione, alla direzione delle Belle-Arti. Non sa che lo attende una nuova delusione, De Mercey si ammala e muore nel 1860. Il suo successore non dà seguito al progetto.

La Fama che cavalca Pegaso fa parte delle opere selezionate per comparire in questa monografia. L’opera era stata realizzata nel 1702 da Antoine Coysevox con il suo pendant Mercurio che cavalca Pegaso, per l'abbeveratoio di Marly. I due gruppi sono stati spostati nel 1719 nell’ingresso dei giardini delle Tuileries.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter