Jules Richard
Ritratto di Yvette Gilbert

Ritratto di Yvette Gilbert, con l'immagine del fotografo riflessa nello specchio
Jules Richard (1848-1930)
Ritratto di Yvette Gilbert, con l'immagine del fotografo riflessa nello specchio
1900 circa
Positivo su lastra stereoscopica in vetro scattata con l'apparecchio Verascope di Richard
Cm 4,3 x 4,3
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski


Ritratto di Yvette Gilbert, con l'immagine del fotografo riflessa nello specchio

Portrait d'Yvette Guilbert, avec reflet du photographe dans un miroir [Ritratto di Yvette Gilbert, con l'immagine del fotografo riflessa nello specchio]


La cantante parigina Yvette Guilbert, raffigurata da molti pittori tra cui Toulouse-Lautrec, Degas, Steinlen e Cappiello, in questo caso è ritratta da Jules Richard. Il fotografo utilizza il suo apparecchio preferito da lui messo a punto e brevettato nel 1893 con il nome di "Vérascope Richard". Rifacendosi ai principi della fotografia stereoscopica che fece la sua comparsa a metà Ottocento, quest'apparecchio, destinato agli intenditori, segna il ritorno, a detta del suo inventore, "della prospettiva e del rilievo assoluto". Il suo successo, in parte dovuto alla facilità d'uso, è immediato e notevole tanto da protrarsi fino agli anni trenta del XX secolo.

Le condizioni in cui fu realizzata questa sessione di posa restano tuttora ignote. Tuttavia, la presenza volontariamente eccessiva del "fotografo fotografante", Jules Richard in persona, visibile in secondo piano, come il sapiente gioco di specchi che accentuano la profondità di campo, lasciano supporre che questo fotogramma sia destinato ad una campagna pubblicitaria. L'immagine della cantante, infatti, era all'epoca utilizzata per esaltare le qualità del "Vérascope". Del resto, la cura e la dedizione con le quali Jules Richard realizzava simili campagne pubblicitarie sono a tutti note.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter