Musée d'Orsay: Alexis Gouin (attribué à) Ritratto di Alexandre Dumas

Alexis Gouin (attribué à)
Ritratto di Alexandre Dumas

Ritratto di Alexandre Dumas
Alexis Gouin (attribuito a)
Ritratto di Alexandre Dumas
1851 circa
Dagherrotipo stereoscopico con lumeggiature di colore e dorate
Cm 67 x 12,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Portrait d'Alexandre Dumas [Ritratto di Alexandre Dumas]


Alexis Gouin, allievo dei pittori Girodet e Jean-Baptiste Regnault, comincia una carriera di miniaturista che, a partire dal 1847, si orienta al classico, verso il ritratto al dagherrotipo. Nel 1851, all’Esposizione universale di Londra, Gouin ottiene una menzione onorevole per i suoi dagherrotipi colorati. Egli adotta allora il procedimento del dagherrotipo stereoscopico che suggerisce un’impressione di rilievo quando viene osservato attraverso l’apposito cannocchiale e che suscita scalpore nel corso di quella stessa esposizione.
Questo è il primo ritratto fotografico di Alexandre Dumas, scrittore prolifico, conosciuto soprattutto per essere l’autore di I Tre moschettieri (1844) e di Il Conte di Monte Cristo (1844-1845). Nella fotografia appare giovane e sorridente, truculento e affascinante. Il ritratto può essere attribuito quasi certamente a Gouin poiché, anche quest’ultimo realizza con la stessa tecnica, i ritratti dello scultore James Pradier e della sorella Louise, entrambi grandi amici di Dumas e di Flaubert.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter