Léon Riesener
Ritratto di Eugene Delacroix

Ritratto di Eugène Delacroix, di fronte, di busto
Léon Riesener (1808-1878)
Ritratto di Eugène Delacroix, di fronte, di busto
1842
Dagherrotipo
Cm 6 x 4,3
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / René-Gabriel Ojéda

Portrait d'Eugène Delacroix de face, en buste, 1842 [Ritratto di Eugene Delacroix, in posizione frontale, di busto, 1842]


Questo dagherrotipo è il primo ritratto fotografico conosciuto di Eugène Delacroix (1798-1863). Il portamento energico e fiero dell'artista, all'epoca quarantaquattrenne, non può non ricordare quello dei fauves che l'artista ha amato tanto raffigurare. Di un'eleganza ricercata, come era sua consuetudine, il pittore solleva la testa con fierezza ma ostenta quest'espressione distaccata che gli è familiare.
Le circostanze che hanno portato a questa ripresa, sono del tutto note grazie al carteggio di Delacroix. Costui, stremato da una malattia delle vie respiratorie, nel 1842 chiede ospitalità al cugino Léon Riesener nella sua casa di campagna di Frépillon (Val-d'Oise). Il 13 marzo 1842, Delacroix scriva ad un suo amico che, per non pensare troppo ai suoi affanni, realizza disegni ispirati a Götz von Berlichingen, un dramma in prosa composto da Goethe nel 1773 inoltre, si fa raffigurare in un dagherrotipo.

Riesener, che è stato anche pittore, ha mostrato subito interesse per la fotografia. Il ritratto di Delacroix, benché sia di piccole dimensioni, mostra il talento di Riesener nel cogliere la personalità ricca e complessa del modello, al quale era legato da un vincolo di parentela.
Qualche anno dopo, nel 1858, Delacroix è fotografato da Nadar. All'epoca malato, il pittore detesta questo suo ritratto. Pertanto, chiede invano a Nadar di distruggere la lastra. Delacroix viene anche fotografato da Carjat e da Pierre Petit. Tuttavia, nessun altro ritratto ad eccezione di quello di Riesener, ci mostra un Delacroix così intenso e ardente di giovinezza.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter