Gustave Le Gray
Sottobosco al Bas-Bréau

La foresta di Fontainebleau, sottobosco al Bas-Bréau
Gustave Le Gray (1820-1884)
La foresta di Fontainebleau, sottobosco al Bas-Bréau
1852
Stampa su carta all'albumina partendo da un negativo su carta cerata asciutta
Cm 25,9 x 36,8
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / DR

Forêt de Fontainebleau , sous-bois au Bas-Bréau [La foresta di Fontainebleau, sottobosco al Bas-Bréau]


Dopo aver partecipato, nel corso dell'estate del 1851, alla Mission héliographique [Missione eliografica] - voluta dalla Commissione Francese dei Monumenti storici, dell'Administration des Beaux Arts, per attuare una catalogazione delle bellezze monumentali della Francia - Gustave Le Gray realizza nel 1852 e successivamente tra il 1855 e il 1857, due splendide raccolte aventi come soggetto la foresta di Fontainebleau.
Nel corso delle sue passeggiate a Le Bas-Bréau, il fotografo non esita a piazzare la sua fotocamera al centro del sentiero, mettendosi proprio sul punto dove il tremolio della luce che filtra attraverso il fogliame degli alberi ha colpito la sua attenzione.

In questa composizione di ampio formato e dal rigore classico che tanto piace a Le Gray, l'artista si serve del tracciato del sentiero per guidare lo sguardo fino alla radura dove alcuni tronchi d'albero sono inondati di luce. In questo modo, l'artista realizza la veduta di un sito molto frequentato dai pittori, inducendo ad un confronto forzato con le opere di Théodore Rousseau, il maestro di Barbizon, con cui il celebre fotografo pittorialista sente di avere maggiore affinità. Le Gray non cede mai alla tentazione del pittoresco, nessuna presenza di uomini o di animali, infatti, viene a turbare lo spettacolo offerto da questa natura semplice ma maestosa.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter