Odilon Redon
Ritratto della Baronessa de Domecy

Ritratto della Baronessa de Domecy
Odilon Redon (1840-1916)
Ritratto della Baronessa de Domecy
1900
Olio su tela
Cm 74,3 x 68,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Baronne Robert de Domecy [Ritratto della Baronessa de Domecy]


L'opera è uno dei rari ritratti a olio realizzati da Redon per la moglie del suo amico, il barone de Domecy. Questo ritratto che raffigura una donna vestita di scuro e di rosso, dai lineamenti malinconici, comunica una profonda austerità. La baronessa è ritratta di tre quarti, seduta su una poltrona della quale si vede soltanto il bracciolo. La baronessa occupa la metà destra del quadro la cui parte principale è riservata allo sfondo. Questo modo di dipingere lo sfondo è una caratteristica di Odilon Redon. Le nubi, di ispirazione giapponesizzante e disseminate da un polverio di colori iridati, dominato dal blu e dal bianco, collocano questo personaggio dall'aria pensosa ai margini del cosmo. Nell'angolo inferiore sinistro, si possono distinguere alcune foglie di colore mordorè. La modella ha un carnato pallido in linea con i canoni di bellezza dell'epoca e il suo sguardo sembra assorto in una contemplazione di natura metafisica.
Lo spazio indeterminato, l'uso della linea e del colore conferiscono maggiore rilievo all'interpretazione rispetto al reale e sono messi a servizio di una visione interiorizzata, di una grande sensibilità che permette al pittore di esibire modulazioni cangianti. Il gioco di contrasti tra la figura scura e il campo colorato rende ancora più sensibile l'ostentazione di questo universo soggettivo.

Scheda Redon




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter