Ernest Meissonier
Campagna di Francia, 1814

Campagna di Francia, 1814
Ernest Meissonier (1815-1891)
Campagna di Francia, 1814
1864
Olio su legno
Cm 51,5 x 76,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Campagne de France, 1814 [Campagna di Francia, 1814]


Questo quadro di piccolo formato, caratteristica insolita per una pittura di storia militare, rimanda più che altro alla passione di Meissonier per la pittura fiamminga e olandese del XVII secolo e testimonia il suo stile accorto e manierato. Nonostante le dimensioni ridotte, la vasta estensione della pianura desolata e il plumbeo cielo grigio conferiscono ampiezza alla scena, proprio come la prospettiva dilatata attorno alla figura centrale dell'imperatore, messo in risalto da un'inquadratura leggermente spostata verso il basso.
L'artista raffigura con minuzia anche i minimi dettagli: la barba nascente di Napoleone, le venature sugli arti dei cavalli , la neve non più candida per l'avanzare delle truppe… Il direttore della Scuola delle Belle-Arti, Charles Blanc, sosteneva che Meissonier "dipinge in grande i piccoli formati". Il pittore conduce le sue ricerche preparatorie con la stessa meticolosità e lo stesso rigore di uno storico: raccoglie un'abbondante documentazione, interroga un gran numero di testimoni oculari e cerca invano di ottenere in prestito la redingote grigia indossata dall'Imperatore.

Il metodo adottato da Meissonier si inscrive nel movimento di realismo storico che invade pittura e scultura durante il Secondo Impero. L'episodio raffigurato, benché si verifichi dopo molte vittorie, annuncia le prossime sconfitte. Nessuna azione, nessun avvenimento, ma un'atmosfera di solitudine e di sconforto. I dubbi e la rassegnazione degli ufficiali e della truppa sono ben visibili e contrastano con la ferma determinazione di un isolato Napoleone. Questi sentimenti sono sottolineati dalla gamma di colori: l'intera scena è dominata da tonalità marroni e grigie, dall'indolenza e dallo scoramento delle truppe. I protagonisti non calpestano una neve vergine ma un suolo fangoso.

Campagna di Francia, 1814 è il primo di una serie incompiuta di quadri dedicati alle conquiste napoleoniche, che procurò a Meissonier un immenso successo.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter