Pierre Bonnard
Donna assopita su un letto

Donna assopita su un letto o L'indolente
Pierre Bonnard (1867-1947)
Donna assopita su un letto o L'indolente
1899
Olio su tela
Cm 96 x 106
© ADAGP, Paris - RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Thierry Le Mage

Femme assoupie sur un lit ou L'Indolente [Donna assopita su un letto o L'indolente]


Vero e proprio inno alla voluttà, L'indolente è un quadro incentrato sui contrasti: il titolo stesso non ha alcun rapporto con la posizione della giovane donna il cui corpo dai muscoli tesi -il piede sinistro afferra nel vero senso del termine la coscia destra- contrasta con ogni idea di riposo o di torpore. Nello stesso modo, il gesto pudico del braccio che copre i seni è contraddetto dalla posizione delle gambe completamente divaricate. La composizione è attraversata da onde sinuose che si materializzano attraverso oscure ombre sulle lenzuola, dove resta impressa l'impronta sgualcita dei corpi e attraverso il groviglio informe della biancheria in disordine. Una sorta di "nebbiolina" di colore blu elettrico ferma all'altezza della coscia e della caviglia nonché la sontuosa capigliatura bruna sparpagliata sul letto accentuano la carica erotica del quadro.

Questa donna offerta agli sguardi dopo l'amore è l'espressione di un'intimità svelata, violenta passionale, cupa e, finalmente, molto "fine secolo". Un altro aspetto che colpisce, inoltre, è la modernità della composizione vista dall'alto, con il suo letto monumentale che sembra fluttuare verso lo spettatore. Il corpo stesso della donna, dissimulato da ombre, mantiene una struttura tonica e vibrante che gli conferisce una presenza forte e atemporale.

Questa opera è fondamentale nel percorso di Bonnard poiché si tratta di uno dei primi nudi dipinti dall'artista, un tema, questo, assente e mai affrontato prima di allora dal pittore. L'opera rientra nel novero delle altre due tele dello stesso periodo: Nudo blu della collezione Kaganovitch e L'uomo e la donna.

Dopo aver visto il quadro, il famoso mercante d'arte ed editore Ambroise Vollard chiede all'artista di illustrare la raccolta Parallelamente di Paul Verlaine che sarà pubblicata nel 1900.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter