Maurice Denis
Il Calvario

Il Calvario, detto anche La Salita al calvario
Maurice Denis (1870-1943)
Il Calvario, detto anche La Salita al calvario
Novembre 1889
Olio su tela
Cm 41 x 32,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Le Calvaire, dit aussi La Montée au calvaire [Il Calvario, detto anche La Salita al calvario]


Maurice Denis dipinge Il Calvario nel novembre 1889. All'epoca è immerso nella lettura della raccolta Saggezza di Verlaine. La raffigurazione del crocifisso del Calvario servirà ad illustrare il primo poema. Il quadro è un equivalente plastico di una poesia della quale il pittore apprezza la semplicità, il candore ed i "rapporti misteriosi tra le cose e gli uomini". La composizione è costruita sulla diagonale ascendente formata dal gruppo di donne ed un braccio della croce del Cristo. Le donne hanno perso ogni individualità e si fondono in una massa nera semplificata all'estremo, alla quale si contrappone l'altra massa scura di soldati romani, sullo sfondo. Anche il Cristo inginocchiato sotto il peso della Croce e sorretto da una delle Pie Donne è tratteggiato come una figura indistinta e appena accennata, dal colore uniforme e piatto e dai contorni delineati. Denis conferisce una grande unità decorativa alla scena che diventa, come nella poesia di Verlaine, l'espressione di un dolore e di una compassione universali.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter