Alphonse de Neuville
Il Cimitero di Saint-Privat

Il cimitero di Saint-Privat 18 agosto 1870
Alphonse de Neuville (1835-1885)
Il cimitero di Saint-Privat 18 agosto 1870
1881
Olio su tela
Cm 236 x 344
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Gérard Blot / Hervé Lewandowski

Le Cimetière de Saint-Privat (18 août 1870) [Il Cimitero di Saint-Privat 18 agosto 1870]


Alphonse de Neuville assieme a Edouard Detaille è uno dei principali artisti che, nella sua abbondante produzione, ha più volte evocato la guerra del 1870. Comincia ad essere apprezzato a partire dal 1873 anno che segna la sua partecipazione al Salon in cui l'artista presenta Le ultime cartucce, un episodio dei combattimenti che ebbero luogo nel mese di settembre nei pressi di Sedan. L'opera ottiene un grande successo e de Neuville è promosso al grado di cavaliere della Legione d'onore.

Da allora, il pittore raffigura in un formato monumentale i vari episodi nei quali si sono distinte le truppe francesi, prendendo contemporaneamente parte all'idea di rivincita e al movimento di difesa e di consolidamento del patriottismo repubblicano. In questa tela, l'artista evoca gli ultimi istanti della lotta che si svolse nel cimitero di Saint-Privat, nei pressi di Metz il 18 agosto 1870, dove si affrontarono l'esercito del maresciallo Bazaine e i primi due corpi d'armata prussiani.

Dopo essersi recato sul posto per conoscere meglio la topografia del suo soggetto, de Neuville adotta un punto di vista laterale, che gli consente di chiudere lo spettatore sul proscenio e ad un livello inferiore rispetto ai luoghi di combattimento, di fronte agli ultimi difensori francesi, riconoscibili dai loro pantaloni rossi; questi militari, accerchiati da ogni lato, sono colti in pose un po' teatrali. La luce che filtra attraverso il fumo nella parte superiore del quadro, aumenta l'aspetto drammatico della raffigurazione. Esposto nel 1881, questo quadro assicura un nuovo successo al suo autore che ottiene subito la promozione ad ufficiale della Legione d'onore.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter