Auguste Renoir
La moschea

La moschea
Auguste Renoir (1841-1919)
La moschea
1881
Olio su tela
Cm 73,5 x 92
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

La mosquée [La moschea]


In questa tela Renoir raffigura una festa, a noi del tutto ignota, che si svolge ad Algeri e che ha come sfondo le antiche mura di cinta turche distrutte molti decenni prima dall'esercito francese. La scena è gremita di personaggi, di una folla festosa che si assembra intorno a cinque musicisti. In lontananza, si vedono apparire, a strapiombo sulle azzurre acque del Mediterraneo, le cupole e i minareti della Casbah.
Per i pittori europei, la rappresentazione delle abitudini e dei costumi algerini permette di evocare un altrove, distante dall'Europa. Le immagini di cerimonie o di feste sono molto apprezzate, soprattutto se esse includono la presenza di un elemento musicale.

La pennellata rapida, talvolta impastata, conserva la libertà della fattura impressionista. In certi punti, i personaggi dei quali non si distingue bene il viso, sono resi con semplici macchie di colore, sovrapposte con vivacità.
La disposizione particolarmente audace della scena raffigurata rende difficilmente leggibile lo spazio nel quale si svolge questo assembramento di persone. Resta il fatto che i particolari riconoscibili dei costumi come i turbanti, l'architettura bianca e la vegetazione ci immergono nell'atmosfera disorientante dell'Oriente. Renoir ci presenta in questo caso una scena piacevole e felice che contrasta con le immagini austere di un deserto ostile o dei combattimenti sanguinari. Quello di Renoir è un orientalismo originale, passato al vaglio delle caratteristiche pittoriche dell'impressionismo.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter