Maurice Denis
Le Muse

Le Muse
Maurice Denis (1870-1943)
Le Muse
1893
Olio su tela
Cm 171,5 x 137,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Les Muses [Le Muse]


Sotto le sembianze di donne vestite con abiti di foggia ottocentesca, Maurice Denis rende attuale un soggetto preso in prestito dalla mitologia classica, quello delle muse ispiratrici delle arti e della scienza. Tuttavia, l'artista trasforma completamente questo tema. Le muse sono prive di quegli attributi tradizionali che permettono di identificarle.

Nel gruppo delle tre donne sedute in primo piano, è riconoscibile la figura di Marthe, che il pittore sposò nel giugno del 1893 e che, fino alla morte, sarà la sua musa ispiratrice. Secondo un procedimento caro all'artista, Marthe è raffigurata due volte: di profilo, in abito rosso e di spalle, sulla sedia. La scena ritratta da Denis si svolge sulla terrazza di Saint-Germain-en-Laye, città dove il pittore è sempre vissuto. I centenari alberi di castagna danno ritmo alla composizione e le conferiscono un potere decorativo. La scansione dei tronchi degli alberi fornisce il pretesto per inserire nella composizione una serie di linee verticali che contrastano con le curve e con gli arabeschi ornamentali dei rami, delle foglie che cospargono il suolo, dei motivi e delle pieghe degli abiti. Il gioco grafico delle linee e degli ornamenti ad intreccio è intensificato dalle tinte autunnali ed irreali, applicate con pennellate uniformi e piatte e delineando i contorni. Lo spazio, senza profondità, è quello di un "bosco sacro", teatro di una rivelazione e di un dialogo misterioso che i personaggi intrattengono con la natura e con le forze soprannaturali. Un'enigmatica decima musa sullo sfondo (in realtà, secondo la tradizione, le muse sono soltanto nove), le braccia rivolte verso il chiarore del cielo, rafforza questa nostra convinzione.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter