Georges Clairin
L'incendio delle Tuileries

L'incendio delle Tuileries
Georges Clairin ( 1843-1934)
L'incendio delle Tuileries
1871
Olio su tela
Cm 48 x 79
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

L'incendie des Tuileries [L'incendio delle Tuileries]


L'incendio delle Tuileries è un commovente schizzo che raffigura un episodio della Comune. Il 24 maggio 1871, per fare fronte all'avanzata delle truppe di Versailles che hanno invaso Parigi, i federati decidono di dare alle fiamme i monumenti pubblici simboli del potere. Vengono così incendiati il Palazzo delle Tuileries, la Corte dei conti (edificio che sorgeva sul luogo dove oggi è ubicato il museo d'Orsay), il ministero delle Finanze, il Municipio, ecc...

Clairin ha deciso di collocare il punto di vista del suo quadro sull'île de la Cité, sul lungosenna, all'angolo della Conciergerie. In alto, sulla sinistra, è facilmente riconoscibile l'orologio monumentale con la sua singolare policromia e che, ai nostri giorni, è ubicato nel medesimo posto. Sull'altra riva, in lontananza, si distingue la lugubre figura delle Tuileries in fiamme. Un denso fumo nero si innalza sul cielo di Parigi.
In primo piano, in mezzo ai morti e ai feriti, una donna, che ricorda La Libertà di Delacroix, brandisce una bandiera rossa in direzione del palazzo distrutto dalle fiamme. Costei sembra contemplare le rovine della monarchia e dell'impero. Clairin fornisce dunque un'immagine simbolica dell'efferatezza di questo straziante episodio della storia parigina.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter