Pierre Auguste Renoir
Maternità

Maternità, detto anche Il Bambino al seno
Pierre Auguste Renoir (1841-1919)
Maternità, detto anche Il Bambino al seno
1885
Olio su tela
Cm 91,5 x 72
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Michèle Bellot

Maternité dit aussi L'Enfant au sein [Maternità, detto anche Il Bambino al seno]


Pierre, il primogenito di Renoir, nasce il 21 marzo 1885. Nel corso dei mesi seguenti, il pittore esegue una serie di disegni e di pitture a olio aventi per soggetto Aline, sua futura sposa, mentre allatta il neonato. Tutte queste opere mostrano le figure nella stessa posizione con il piccolo Pierre che con la mano afferra il suo piede. In base all'età presunta del bambino, è verosimile che questa composizione sia stata iniziata a Essoyes, il paese natale di Aline, dove Renoir soggiorna per la prima volta nei mesi di settembre- ottobre del 1885.

In questo quadro, se le figure sono perfettamente disegnate, lo sfondo che evoca l'esterno di una casa di campagna, è soltanto accennato. Questa versione è dipinta ad olio su un preparato molto liscio applicato su una tela sottile. Le velature trasparenti lasciano vedere il tratto che sta alla base delle figure. I contorni più decisi come il metodo dell'artista sono esemplari del famoso periodo "ingresco" di Renoir.
Difatti, sin dagli esordi degli anni ottanta del XIX secolo, il pittore manifesta un'attenzione rinnovata ed intensa nei confronti del disegno. Egli è alla ricerca di una linea netta, uno stile molto distante dal Ballo del moulin de la Galette dipinto nel 1876. Questa evoluzione testimonia l'ammirazione che Renoir nutre verso Ingres. Probabilmente in questo atteggiamento è opportuno anche vedere reminiscenze della tradizione classica italiana, dall'Antichità al Rinascimento, che il pittore si diletta ad interpretare dopo il suo soggiorno a Napoli nel 1881-1882. Scegliendo di sfruttare un tema personale, quello della sua nuova paternità, Renoir offre finalmente una versione "moderna" di un tema tradizionale: quello della Madonna con il Bambino.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter