George Hendrik Breitner
Chiaro di luna

Chiaro di luna
George Hendrik Breitner (1857-1923)
Chiaro di luna
1887-1889
Olio su tela
Cm 101 x 71
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Clair de lune [Chiaro di luna]


Il pittore George Hendrik Breitner è nato a Rotterdam nel 1857 ma si è formato essenzialmente ad Amsterdam dove, verso il 1880, fu allievo di Willem Maris, uno dei più importanti rappresentanti del movimento naturalista noto anche con il nome di Scuola dell'Aia. Questo incontro spronò l'artista a prendere le distanze dalla sua precedente formazione accademica per trattare, con pennellate sobrie e vigorose, scene di strada ambientate ad Amsterdam, città della quale, nel 1866, fu nominato professore della locale Accademia.

Verso il 1887-1889, dipinse questo straordinario e antesignano Chiaro di luna dagli audaci effetti di luce. La striscia di colore bruno, in primo piano, sulla quale si può distinguere la forma di alcuni tronchi d'albero, contiene due minuscole pennellate di arancione, probabilmente due luci in lontananza che, da sole, bastano a dare l'idea della profondità. Oltre una zona intermedia di nubi che sembrano sfilacciarsi in balia del vento, il pittore raffigura due grandi masse nuvolose in controluce. La luna, infatti, nascosta sulla destra, appare attraverso il sottile bordo bianco che contorna la nuvola di destra e modella quella di sinistra, masse compatte dalle forme indefinite in cui si ritrovano le tonalità della parte inferiore.

Questa originalità, sia nella composizione che nel cromatismo, influenzò le generazioni seguenti, sedusse Vincent Van Gogh e, qualche tempo dopo, fu una rivelazione per Piet Mondrian partito alla scoperta dell'astrattismo.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter