Paul Signac
Strada di Gennevilliers

Strada di Gennevilliers
Paul Signac (1863-1935)
Strada di Gennevilliers
1883
Olio su tela
Cm 73 x 91,5
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski

Route de Gennevilliers [Strada di Gennevilliers]


Sin dagli inizi degli anni 80 del XIX secolo, il giovane Paul Signac manifesta la sua passione per i paesaggi urbani raffigurando vedute di Montmartre e della periferia parigina, in particolare di Asnières dove l'artista risiede con la madre. Questa raffigurazione della periferia settentrionale di Parigi testimonia quanto il pittore provi interesse per questo genere di paesaggi, anche se la zona industrializzata è spinta in lontananza, lungo la linea dell'orizzonte. Il notevole spazio riservato alla strada, i cartelli stradali, i pochi alberi privi di foglie delineano un ambiente completamente modellato dall'attività umana.

In questa Strada di Gennevilliers, si percepisce ancora l'influsso di Monet. Signac aveva avuto occasione di ammirare le opere del maestro dell'impressionismo negli uffici della rivista La Vie Moderne nel 1880, e nel corso della mostra privata dedicata proprio a Monet, svoltasi nella galleria Durand-Ruel nel 1883. La composizione del primo piano lavorato in ampie zone di colore stese uniformemente, à plat, rievoca i paesaggi che Monet realizza intorno agli anni settanta del XIX secolo, in particolare nel periodo della sua permanenza ad Argenteuil (1871-1878).
Questo paesaggio, inoltre, presenta affinità tematiche e stilistiche con le vedute della periferia dipinte da Sisley, Pissarro e Caillebotte una decina di anni prima, il che rende la tela una delle ultime opere chiaramente impressioniste di Signac. L'anno seguente l'artista stringe amicizia con Seurat e scopre la tecnica divisionista adottandola in maniera definitiva.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter