La museografia

Coupe du bâtiment. Projet de Gae Aulenti© DR - photo musée d'Orsay, DR
L'allestimento interno iniziale del museo fu realizzato da una squadra di scenografi e di architetti diretti e coordinati da Gae Aulenti. In collaborazione con Italo Rota, Piero Castiglioni (architetto delle luci che ha curato la disposizione delle stesse), e Richard Peduzzi (che si è occupato della presentazione dell'architettura), Gae Aulenti si è impegnata a creare una esposizione unificata nell'ambito di una vasta diversità di volumi, soprattutto per quanto concerne l'omogeneità dei materiali utilizzati: rivestimento di pietra dei pavimenti e delle pareti. Questo allestimento si adatta alla sproporzione volumetrica della ex stazione d'Orsay.

La segnaletica è stata ideata da B. Monguzzi e J. Widmer. Quanto all'illuminazione, si è fatto ricorso sia alla luce del giorno, sia a luci artificiali al fine di garantire le variazioni d'intensità richieste in funzione della diversità delle opere presentate.

Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter