Presentazione della stagione 2017-2018

positif
Harry C. EllisLoïe Fuller danza in un parco© Musée d'Orsay. Dist. RMN-Grand Palais / Alexis Brandt
Sin dalla sua fondazione, il museo d'Orsay si afferma come luogo pluridisciplinare che favorisce l’incontro e il dialogo tra le arti. Pittura, scultura, architettura, fotografia, letteratura, cinema… tutte esprimono la ricchezza di questo XIX secolo che reca in sé il germe dell’età moderna. Più particolarmente, la musica, che, nelle gallerie del museo o all’auditorium, occupa sin dall’origine un posto a sé.

Unendo artisti di fama internazionale e rappresentanti della nuova generazione, la programmazione musicale si rivela, anche quest’anno, prestigiosa e cosmopolita. Thomas Hampson, Felicity Lott, Anna Caterina Antonacci, Sandrine Piau, Philippe Cassard, Gidon Kremer, Stéphanie d'Oustrac, Marc Coppey e molti altri vi danno appuntamento per una stagione suddivisa in cinque grandi cicli.

Tre di essi accompagnano direttamente le mostre di questa stagione: ada Africa. Origini e influenze extra-occidentali (al museo dell'Orangerie), Degas Danza Disegno, il prossimo inverno al museo d'Orsay, e Il simbolismo nei Paesi baltici nella primavera 2018. Gli altri due fanno da contraltare alle collezioni: la residenza di Felicity Lott, partner affezionata del museo, e un omaggio a Debussy di cui si celebra quest’anno il centenario della morte.

Lunchtime (concerti di mezzogiorno e mezzo) et spettacoli serali si alternano in questa ricca programmazione, per una diversità di formati adatti a qualunque ritmo di vita.

Cari visitatori, cari spettatori, auguriamo a tutti voi una splendida stagione musicale 2017-2018!

Luc Bouniol-Laffont
Capo del servizio culturale, direttore dell’auditorium

4 ottobre 2017 - 29 maggio 2018
Museo d'Orsay
Auditorium niveau -2

Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramGoogle+YouTubeDailymotion