Lovis Corinth (1858-1925)
Tra impressionismo ed espressionismo

1

2

3

4

pittura
Lovis CorinthAutoritratto con bicchiere© Photo National Gallery in Prague, 2007

La Secessione

La Secessione berlinese viene fondata nel 1898. Max Liebermann ne è il primo presidente e Walter Leistikow l'attore principale. Proprio quest'ultimo convince Max Slevogt e Lovis Corinth ad unirsi al gruppo. Dal 1899 al 1911 questa associazione diventa presto uno dei principali fulcri della vita artistica tedesca. Nel 1904, Paul Cassirer, pensando a Liebermann, Slevogt e Corinth, conia l'espressione "triumvirato dell'impressionismo tedesco": così facendo sottolinea cosa avvicina questi tre pittori all'impressionismo francese.


Immagini classiche alterate e scene di vita

Muovendo da motivi classici attinti dalla mitologia greca dalla religione cristiana e dal mondo letterario, Corinth tratta in modo ossessivo i temi dell'amore, del sesso o della morte. Il suo approccio alla pittura e la fattura stessa delle opere traggono in un primo tempo ispirazione da Frans Hals e da Rembrandt.


pittura
Lovis CorinthSulla spiaggia di Forte dei Marmi© Kunstforum Ostdeutsche Galerie Regensburg
Corinth ha sempre dipinto basandosi sul modello, generalmente scelto nella sua cerchia diretta. I suoi personaggi, dai gesti e dalle espressioni spesso enfatizzati, celebrano la nudità del tutto priva della presunta grazia delle figure bibliche e mitologiche. Questa parodia della tradizione è la testimonianza di una vena satirica che deve molto ad Arnold Böcklin e i cui echi giungeranno fino a Ludwig Meidner o George Grosz e Otto Dix.

Successivamente, l'abbandono della gerarchia dei generi spinge Corinth ad interessarsi alle scene della vita contemporanea, in particolare in Il gioco dei birilli, Distribuzione dei regali a Natale (1913) o in Sulla spiaggia di Forte dei Marmi (1914).

1

2

3

4


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter