L'impressionismo e la moda

1

2

3

4

5

Prospérie de Fleury e il suo abito

Albert BartholoméNella serra© Musée d'Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt
Il pittore Albert Bartholomé (1848-1928) formava con sua moglie Prospérie (1849-1887), detta Périe, figlia del marchese di Fleury, una coppia elegante, amante delle arti e un tantino snob. Il pittore Jacques-Emile Blanche (1861-1942) ha evocato l'atmosfera di questo salotto in cui Périe "si mostrava accogliente con la gente comune, i bohémien, gli intellettuali, i commensali, tanto che le serate in cui si discuteva di musica, pittura, libri e soprattutto di politica, nel corso delle quali Degas, nazionalista intransigente, dava il diapason con un'autorità che tutti, con la sola eccezione di Mary Cassatt, artista indipendente americana, gli riconoscevano, sembravano aver luogo in una regione diversa dalle altre, unica a Parigi".

Bartholomé presentò il ritratto di sua moglie al Salon del 1881 con il titolo di Nella serra. Questo quadro fu donato al museo d’Orsay nel 1990 dall’Associazione "Amis du musée". L’anno dopo, la galleria Bailly regalò al museo l’abito di cotone bianco con stampa a pois e righe viola indossato dalla donna.
AnonymeAbito della Signora Bartholomé © Musée d'Orsay, dist. RMN-Grand-Palais / Patrice Schmidt
Alla morte dell’amata moglie, nel 1887, l’artista abbandonò la pittura e, su consiglio di Degas, si accostò alla scultura. La sua prima opera in veste di scultore è lo struggente sepolcro dove riposa la moglie (nel cimitero di Bouillant, Crépy-en-Valois) ma è con il celebre Monumento ai caduti nel cimitero del Père-Lachaise, inaugurato il 1° novembre del 1899, che l’artista si afferma.

L’abito che l’artista conservò come una reliquia, è formato da due pezzi. Il corpetto, sostenuto da stecche di balena, a pois e con maniche a tre quarti a righe come il collo sciallato, si prolunga a mo' di tunica sollevata sui fianchi da due guardinfanti che formano altrettanti lembi bordati di volant plissettati sul retro sotto un grosso nodo piano di faglia di colore viola. La gonna a righe, completamente plissettata, è più stretta sulla parte posteriore. L’insieme è decorato da nodi di faglia di colore viola e da bottoni di vetro a sfera.

Donne a casa loro

Completo estivo© Stéphane Piera / Galliera / Roger-Viollet
L'abbigliamento della donna in casa varia col trascorrere della giornata. Alla vestaglia – che va dal semplice accappatoio a un abito leggero con il quale si deve indossare un corsetto – e all'abito del mattino subentra una toilette pomeridiana più elegante.

Per gli abiti del mattino, così come per gli abiti estivi, si usano stoffe leggere in cotone e giaconetta, con motivi a righe sottili o stampe a fiori, pois e nastri.
Tutta l'eleganza dell'abito, di taglio molto semplice – camicetta vaporosa o corpetto abbottonato sul davanti, gonna arricciata – sta nella disposizione dei volant decorativi e nella qualità della preparazione mediante un'inamidatura e una stiratura delle più delicate. Questi abiti possono essere acquistati semiconfezionati – cioè impreziositi da volant, pizzi e bordure, ma in pezzi ancora non cuciti fra loro che vengono poi adeguati alla taglia della cliente – nei grandi magazzini.

Pierre-Auguste RenoirRitratto della Signora Charpentier e dei suoi bambini© The Metropolitan Museum of Art, Dist. RMN-Grand Palais / image of the MMA
Per le stagioni meno clementi e per ricevere gli ospiti, si indossa un abito da città, in seta, ornato di volant, ruche e merletti. A differenza degli abiti per il mattino o estivi, la confezione degli abiti da città richiede un complesso di conoscenze tecniche che implica il ricorso a un sarto, o al reparto confezioni dei grandi magazzini parigini.
L'abito nero con scollo quadrato, impreziosito da velluto e pizzi chantilly, indossato da Mme Charpentier ritratta da Renoir, è un bell'esempio di abito da ricevimento scelto da una padrona di casa il cui salotto era molto frequentato. Tali abiti potevano essere eventualmente indossati per recarsi a teatro o a una cena.

1

2

3

4

5


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter