Victor Baltard (1805-1874). Il ferro e il pennello

1

2

3

4

5

6

7

Una costruzione divenuta modello

BH Cie / ProvostVue intérieure du pavillon central des Halles© Musée Carnavalet / Roger-Viollet
Il successo architettonico delle Halles fa sì che le stesse siano abbondantemente copiate, sia in Francia che all'estero. Il ricorso a materiali industriali standardizzati – il metallo, il vetro, il mattone – l'utilizzo di una composizione modulare permettono di ridurre i costi e di far fruttare al massimo gli spazi. Il metodo di costruzione delle Halles è inoltre facile da imitare.
Baltard pubblica nel 1863 la Monographie des halles centrales de Paris che facilita la conoscenza dell'edificio negli ambienti professionali. Tale monografia comprende 35 tavole accuratamente disegnate e fornisce tutti i dettagli della costruzione, dall’inserimento urbano agli elementi metallici passando per la sistemazione dei vari esercizi commerciali.

Venti anni dopo l'inaugurazione dei padiglioni lato Est, le Halles fungono più che mai da modello: all'Esposizione universale del 1878, gli stabilimenti Joly presentano un magnifico plastico, copia quasi conforme di uno dei padiglioni delle Halles.

Nelle chiese parigine

Charles MarvilleSaint Augustin© Musée d'Orsay / Patrice Schmidt
Avendo intrapreso studi di pittura e di architettura, Baltard ha tutte le carte in regola per esercitare le sue principali funzioni d’ispettore delle Belle -Arti di Parigi.
Con questa qualifica esercita per oltre trent’anni la supervisione delle opere di decorazione delle chiese parrocchiali parigine. Sempre attento al giusto connubio tra architettura e decorazione Baltard chiama a lavorare pittori affermati e contribuisce alla diffusione del concetto di mobili, decorazioni e vetrate artistiche.

La più importante e più armoniosa delle sue realizzazioni in quest'ambito è la decorazione della chiesa di Saint-Germain-des-Prés ideata con il pittore Hippolyte Flandrin, suo carissimo amico. Dal 1848, con l’incarico di architetto delle chiese di Parigi, Baltard assume il compito di conservare, restaurare, ristrutturare e ingrandire questi edifici religiosi.
Queste esperienze raggiungeranno il loro punto di realizzazione con la costruzione della chiesa di Saint-Augustin in cui Baltard abbinerà l'utilizzo del metallo a una decorazione armoniosa.

1

2

3

4

5

6

7


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter