Musée d'Orsay: Nadar

Nadar

fotografia
Félix NadarNadar, autoritratto© Musée d'Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt
Questa mostra, dedicata all'arte del ritratto fotografico, di cui Félix Nadar (1820-1910) fu uno dei maggiori esponenti in Francia dal 1854 al 1865, ha soprattutto presentato ritratti di artisti di ogni sorta. L'elenco comprende pittori (Ch.-François Daubigny, Honoré Daumier, Eugène Delacroix), scultori (Auguste Préault tanto per citare un nome), scrittori (Alexandre Dumas, Théophile Gautier, Jules Janin, Jules Michelet), poeti (Charles Baudelaire, Gérard de Nerval), attori di teatro (Sarah Bernhardt, all'epoca agli esordi della sua carriera). Tutti questi artisti erano amici di Félix Nadar che fu soprannominato il Tiziano della fotografia.

I ritratti fotografici di Nadar si distinguono da quelli degli altri suoi colleghi in virtù della loro semplicità, della loro modernità e della loro penetrazione psicologica. Questi fattori sono dovuti, in particolare, ai legami privilegiati che questo eclettico personaggio intratteneva con gli artisti. L'utilizzo eccellente della luce, della figura o dell'abito per dare maggiore rilievo all'espressione, gli valse il paragone con Rembrandt e Van Dyck. Tuttavia, dopo il 1860, egli smise di interessarsi all'arte fotografica e si appassionò agli aerostati, continuando però a mettere a punto invenzioni nel campo fotografico: basti qui citare due esempi emblematici, vale a dire la fotografia aerea, la fotografia con illuminazione artificiale (fotografie delle catacombe e della rete fognaria di Parigi, nel 1860).

Costituita da 150 stampe originali spesso uniche e di grande qualità, capolavori inediti o sconosciuti dal pubblico, la mostra ha permesso di rimuovere la confusione venutasi a creare tra il periodo, breve ma fecondo, di creazione fotografica e quello di laboratorio commerciale che sarà diretto- non senza reticenza da parte di Nadar- da suo figlio Paul, dalla fine degli anni ottanta del XIX secolo fino agli inizi del novecento.

Questa mostra si è avvalsa del patrocinio della banca La Hénim e di Finagest.

Commissari della mostra

Françoise Heilbrun, conservatrice capo presso il museo d'Orsay , Maria Morris Hambourg, conservatrice capo presso il dipartimento di fotografia del Metropolitan Museum of Art e Philippe Néagu, conservatore presso il museo d'Orsay.

Tale mostra è stata altresì presentata al Metropolitan Museum of Art di New York dal 4 marzo al 9 settembre 1995.

9 giugno - 11 settembre 1994
Museo d'Orsay

Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
TwitterInstagramGoogle+YouTubeDailymotion