Turner, Whistler, Monet

Claude Monet 
 (1840-1926)
 Londres, le Parlement. Trouée de soleil dans le brouillard [Londra, Il Parlamento. Effetto di sole nella nebbia]
 1904
 Olio su tela
 Cm 81 x 92 
 Parigi, museo d'Orsay, legato del conte Isaac de Camondo, 1911
Claude MonetLondra, Il Parlamento. Effetto di sole nella nebbia© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski
È proprio a Londra che, nel 1871,inizia la relazione tra questi tre grandi artisti.

Claude Monet (1840-1926) si rifugia nella capitale inglese in questo "anno terribile". A Londra, scopre le opere di Turner (1775-1851), in particolar modo quelle del lascito Turner all'epoca esposte, così come i primi Notturni di Whistler (1834-1903) il quale, era a sua volta rimasto molto colpito, in epoca giovanile, dai paesaggi del maestro inglese. È probabile che Monet abbia avuto modo di ammirare le incisioni raffiguranti il Tamigi a opera di Whistler e pubblicate quello stesso anno.

L'originalità artistica di Turner contribuisce ad arricchire lo sguardo rivolto sulle composizioni di Whistler, fatto, questo, non del tutto estraneo alla elaborazione del nuovo movimento pittorico dell'impressionismo.

Le prime opere che Monet realizza nel 1871 ispirandosi al Tamigi, i suoi “effetti di nebbia sul Tamigi”, le sue prime pitture del Parlamento, verranno confrontate con opere più tardive rispetto alla celebre serie di "vedute del Tamigi" tra cui i ponti di Waterloo, di Charing Cross... È inoltre molto istruttivo mettere queste varianti di Monet accanto alle incisioni di Whistler, oppure alle pitture e agli acquerelli di Turner, da Londra fino a Venezia, ultima tappa.

A questo "dialogo" a tre voci, impregnato di poesia, costituito da opere commoventi ed elegiache, si uniscono anche i contributi di Ruskin e di Mallarmé, il tutto nella più perfetta armonia. Infatti, dopo il realismo,seguito a sua volta dalla nascita dell'impressionismo, la svolta si è palesata con la comparsa del simbolismo "pittura di anime, pittura d'idee".

Comitato scientifico


Katharine Lochnan, Senior Curator at the Art Gallery of Ontario, Toronto
Sylvie Patin, Conservatrice capo del museo d'Orsay, Parigi
Alison Smith, Senior Curator of Exhibitions at the Tate Gallery, Londra
Ian Warrell, Curator of British Art at the Tate Gallery, Londra
John House, Professore di Storia dell'arte al Courtauld Institute of Art, Londra

La Mostra è stata altresì presentata alla Art Gallery of Ontario di Toronto dal 12 Giugno al 5 settembre 2004
Alla Tate Gallery (Tate Britain) di Londra dal 12 febbraio al 15 maggio 2005

Questa mostra rientra nell'ambito delle celebrazioni per festeggiare il centenario della Cordiale Intesa tra la Gran-Bretagna e la Francia.

La mostra è stata organizzata a Parigi con il sostegno di ABN-AMRO.

13 ottobre 2004 - 17 gennaio 2005

Parigi, Gallerie Nazionali del Grand Palais


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter