Sogno e realtà

ARCHIVIO
2011

tableau
Jean Auguste Dominique Ingres, Alexandre DesgoffeVenere di Pafo© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Franck Raux
Costantemente lacerato tra il richiamo del passato e l'avventura della modernità, l'uomo del XIX secolo cerca la propria identità di fronte ai cambiamenti radicali e senza precedenti che trasformano la società. Gli artisti sono posti a confronto con la voglia di vivere il mondo contemporaneo, di accettarne l'industrializzazione e le nuove condizioni di vita, ma anche con il desiderio di un "altrove" proveniente dalle mitologie, dalle leggende o dalle civiltà antiche, oppure, in maniera più intima, dal sogno e dalla fantasia

Alcuni autori si proteggono dal mondo contemporaneo rifugiandosi in un passato eroico, tramite l'evocazione di episodi mitologici (Degas, Moreau e Maxence), letterario o musicale. Altri, invece, di fronte ad eventi tragici come la guerra del 1870, forniscono una visione realistica dei combattimenti (Clairin), mentre Meissonier o Gustave Doré mischiano allegoria e realtà.
La vertigine, l'angoscia provata davanti alle trasformazioni dell'ambiente in cui vivono inducono altri ancora - soprattutto a mano a mano che il vecchio secolo volge al termine e quello nuovo si fa sempre più vicino - ad abbandonarsi all'intuizione, al sogno, al simbolo, in una ricerca delle aspirazioni più profonde.
Ascoltando il proprio io, immerso nel " centro misterioso del pensiero", l'artista esprime il carattere unico dell'uomo, il suo destino doloroso e solitario, il mistero della sua vita e della sua morte.

Commissario

Caroline Mathieu, conservatrice capo, museo d'Orsay

Seul, National Art Center, dal 4 giugno al 25 settembre 2011
Singapore, National Museum of Singapore, dal 25 ottobre 2011 a Febbraio 2012

4 giugno 2011 - 10 febbraio 2012

Séoul, Singapour


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter