Paul Klee (1879-1940)
La collezione di Ernst Beyeler

ARCHIVIO
2010

Paul KleeTiges / Halme© Fondation Beyeler / Photo Peter Schibli
Paul Klee figura tra i maggiori artisti della collezione di Ernst e Hildy Beyeler esposta alla Fondation Beyeler, a Riehen (Basilea). Ernst Beyeler, uno dei più importanti galleristi del XX secolo, si è interessato molto presto al lavoro di Klee, attratto in particolare dalla poesia e dalla musicalità dell'opera di questo pittore. A partire dalla metà degli anni cinquanta, Beyeler acquista, inizialmente da collezionisti privati e in seguito da Félix Klee, figlio di Paul, disegni e pitture dell'artista.

La selezione decisa per la mostra dell'Orangerie che rivela la predilezione di Beyeler per le opere tardive di Klee, consente di ripercorrere le principali tappe della produzione artistica del pittore. L'accento è così posto sugli ultimi anni (1938-1940), segnati dall'utilizzo di sfondi dai colori ritmati da potenti linee nere e brune. Il collezionista stesso ha evocato lo spettacolare sviluppo dell'espressione artistica di Klee negli ultimi anni di vita dell'artista. Beyeler fa riferimento ad "un'evoluzione verso una dimensione tragica, verso la visione drammatica che include altri mondi".

La presentazione di queste magnifiche opere di Klee, in mostra all'Orangerie, non solo permette al pubblico parigino di riscoprire un artista attualmente considerato come una delle principali figure di riferimento dell'arte moderna ma altresì di rendere omaggio a Ernst Beyeler, scomparso il 25 febbraio scorso.

Coordinatore

Emmanuel Bréon, direttore del museo nazionale dell'Orangerie

Membri del Comitato Scientifico

Marie-Madeleine Massé, conservatrice presso il museo nazionale dell'Orangerie
Philippe Büttner, conservatore presso la Fondation Beyeler

Questa mostra è organizzata dal museo d'Orsay e del museo dell'Orangerie, con il sostegno straordinario della Fondazione Beyeler a Riehen / Basilea

14 aprile - 19 luglio 2010

Parigi, museo nazionale dell'Orangerie


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter